"Papà smettila di essere cattivo, fa male", è la disperata e angosciante richiesta di aiuto di una bimba di appena due anni  dopo essere stata ripetutamente violentata da uomini diversi mentre sua madre guardava. La terribile vicenda arriva dagli Stati uniti dove la mamma della piccola, Azzie Watson, è stata arrestata con l'accusa di abuso di minori insieme al suo compagno, accusato di aver aiutato la donna nel cercare uomini a cui vendere la figlioletta. Gli abusi sarebbero andati avanti per diverso tempo e scoperti solo quando la bimba insieme al fratellino sono stati allontanati dalla famiglia da parte dei servizi sociali e consegnati a una famiglia affidataria per le condizioni di degrado in cui vivevano.

Mentre cercava di cambiare il pannolino della bimba, infatti, il padre adottivo ha sentito una frase sconvolgente: "Papà mi ha fatto male. Papà, smettila di essere cattivo, fa male". L'uomo ha immediatamente allertato la polizia che ha scoperto così l'orrore a cui la piccola era sottoposta. A causa delle violenze subite da parte di diversi uomini, di cui nessuno era il padre biologico, la bimba ha contratto anche una infezione a trasmissione sessuale. La mamma 25enne ha ammesso di essere colpevole di aver venduto la figlia per almeno dieci volte e si è autodefinita "una vigliacca" per quello che è successo