“Le prime 340mila dosi del vaccino per il Coronavirus in Campania arriveranno entro la fine di gennaio”. Lo rende noto l'Unità di Crisi della Campania per la Covid19. Ieri si è cominciato a lavorare al piano per i vaccini anti-Covid19. Col primo blocco è prevista la copertura per 170mila persone. Priorità a medici, infermieri e anziani, ospiti delle case di cura. La Regione sta individuando le sedi logistiche per la conservazione e la distribuzione dei vaccini. Ed è già emergenza frigoriferi, perché le dosi vanno conservate a -80 gradi centigradi e congelatori di questo tipo non sono molti in Campania. Bisognerà acquistarli. Per la somministrazione nelle case di cura si sta pensando a delle unità mobili.

Vaccino Covid, chi può avere le prime dosi

Le prime dosi di vaccino anti-Covid19, del tipo prodotto dall'azienda americana Pfitzer, saranno destinate quindi ai dipendenti delle strutture pubbliche di Asl e Ospedali, cliniche convenzionate, specialisti ambulatoriali, medici famiglia e di continuità assistenziale, 118 e dipendenti strutture sanitarie private. Nonché agli anziani e al personale delle Rsa, le case di cura, nonché al privato sociale.

Il vaccino non sarà obbligatorio

L'assunzione del vaccino anti-Covid19 non sarà obbligatoria, ma volontaria, anche se fortemente raccomandata. Ogni paziente avrà 2 dosi, somministrate a distanza di un mese. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha spiegato che “L'Italia sarà tra i primi Paesi al mondo a ricevere un vaccino”, in quanto “è nei due grandi accordi internazionali, quello di Pfizer e quello di AstraZeneca, che sono i più avanzati e che stanno avendo una grande successo nella sperimentazione”. Mentre il commissario straordinario per l'emergenza Domenico Arcuri ha sottolineato che “è esclusa al momento una distribuzione nelle farmacie”. Entro lunedì 23 novembre le Regioni sono chiamate ad inviare i piani regionali per i vaccini al commissariato di Governo. In Campania la bozza del piano è stata discussa ieri in Unità di Crisi. Alla regione meridionale dovrebbe spettare il 10% della dotazione nazionale di 3,4 milioni di vaccini.

Emergenza frigoriferi

Tra i principali problemi da risolvere c'è quello della disponibilità di celle frigorifere che possano garantire la conservazione del vaccino anti-Covid19 che richiede temperature di -80 gradi centigradi. La Regione Campania, tramite l'agenzia Soresa, ha avviato le procedure per l'acquisto dei congelatori. I vaccini vanno utilizzati entro 6 ore, altrimenti si interrompe la catena del freddo. Negli scorsi giorni la società Pfizer ha annunciato che i test finali sul suo vaccino per combattere il SarsCoV-2 danno un'efficacia al 95%.