730 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Giugno 2021
11:41

Una festa per i bimbi ricoverati al Santobono: gli applausi dalle finestre dei piccoli pazienti

Festa nel piazzale dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli per i piccoli pazienti ricoverati al suo interno: i volontari dell’Associazione per il Bambino in Ospedale (ABIO) e la Magicabula Animazione hanno intrattenuto i bimbi degenti, che affacciati dalle finestre hanno gradito ed applaudito lo spettacolo, in attesa che si possano ripetere questi eventi anche all’interno.
A cura di Giuseppe Cozzolino
730 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Grande festa nel piazzale dell'ospedale Santobono – Pausilipon di Napoli, dove i volontari dell'Associazione per il Bambino in Ospedale (ABIO), ha organizzato una festa per i piccoli pazienti ricoverati all'interno del nosocomio partenopeo. E i piccoli, dalle finestre della struttura, hanno assistito entusiasti, applaudendo la performance dei volontari dell'associazione. Musica e balli, trampolieri, ma anche mascotte dei più popolari cartoni animati: qualche ora di svago e di divertimento per i bambini all'interno del Santobono, grazie ai volontari dell'ABIO Napoli e della Magicabula Animazione.

"La vita non si ferma che sia in un letto di ospedale, che sia dietro una finestra, che sia davanti a una malattia e i bambini ne sono la prova. I bambini fanno festa anche così, anche ora, loro continuano a sorridere, a mandare baci e a stendere lenzuola per ringraziarti", ha spiegato Marica, una delle volontarie che ha partecipato all'iniziativa. Così come Valentina, altra delle ragazze dell'ABIO Napoli: "In dieci anni di volontariato ABIO ho vissuto sempre con emozione il rientro in ospedale, magari dopo le vacanze. Questo ritorno, però, è stato diverso e forse il più emozionante di tutti. Perché di mesi ne sono passati sedici, perché ancora non ci è consentito entrare in reparto ma la voglia di regalare sorrisi ed un paio d'ore di svago ai bambini sono più forti della distanza. Capisci di fare del bene", ha aggiunto ancora Valentina, "quando dall'ultimo piano del reparto un bambino di circa due anni ti lancia decine di baci, un'infermiera balla al ritmo della musica e una madre chiede una particolare canzone da ascoltare. Perché in ospedale ci sono i bambini ma non dobbiamo dimenticarci dei genitori e del personale da sempre fedeli complici nei nostri turni in ospedale".

730 CONDIVISIONI
26094 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni