Due giovani sono stati arrestati nella notte a Gianturco, nella periferia orientale di Napoli: avevano scavalcato il muro di cinta di uno stabile e stavano cercando di rubare in alcuni uffici, tra i quali quelli di Napoli Tivù, storica emittente televisiva privata napoletana. Ioan Pandele e Ovidiu Radu, entrambi romeni, di 28 e 24 anni, con precedenti di polizia, sono stati bloccati dalle pattuglie mentre cercavano di scappare; sono stati arrestati per tentato furto aggravato, nel corso dell'intervento sono stati sequestrati gli arnesi che erano stati usati per forzare l'ingresso degli uffici.

La segnalazione è arrivata nel cuore della notte dalla guardia giurata in servizio presso lo stabile, in via Carlo di Tocco. Sul posto, inviata dalla centrale operativa della Questura di Napoli, si è diretta una pattuglia dell'Ufficio Prevenzione Generale col supporto della pattuglia del commissariato San Giovanni – Barra. All'arrivo degli agenti, pochi minuti dopo, i due erano di nuovo all'esterno. Si sono visti scoperti e hanno tentato di scappare, ma sono stati bloccati dopo una fuga di pochi metri.

Con la successiva ispezione è emerso che avevano cercato di entrare nei locali di una delle attività, all'interno della quale sono stati trovati diversi arnesi da scasso che erano stati usati per superare la porta di ingresso. Probabilmente erano arrivati con l'intenzione di passare al setaccio gli uffici alla ricerca di contanti o oggetti di valore. Gli agenti hanno poi accertato che i due avevano tentato di entrare anche negli altri uffici, riscontrando segni di effrazione sulle porte e su una cassaforte, ma non sono riusciti a rubare nulla.