822 CONDIVISIONI
Covid 19
12 Maggio 2021
16:48

Richiamo Pfizer e Moderna dopo 30 giorni, la Campania cambia le regole sui vaccini Covid

Non più 40 giorni, bensì 30 giorni, per i richiami dei vaccini Covid Pfizer e Moderna. La Regione Campania, contrariamente a quanto disposto dal Ministero della Salute, cambia le regole per le seconde dosi dei vaccini a mRNA. Le nuove regole, in Campania, andranno in vigore a partire da domani, 13 maggio.
A cura di Valerio Papadia
822 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La Regione Campania cambia nuovamente le regole per quanto riguarda i richiami dei vaccini Covid a mRNA, vale a dire Pfizer-Biontech e Moderna: la seconda dose, a partire da domani, 13 maggio, non sarà somministrata dopo 40 giorni – così come previsto dalle recentissime disposizioni del Ministero della Salute – ma dopo 30 giorni. Lo ha comunicato, in una nota, la Regione Campania:

In relazione all'intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose di vaccino Pfizer e Moderna che da nuove indicazioni del Ministero della Salute va somministrata "entro i 42 giorni", si comunica che l'Unità di Crisi ha dato mandato alle Aziende Sanitarie di prevedere l'intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose a 30 giorni, in ragione del nuovo programma di consegne comunicato dalla Struttura Commissariale. Pertanto i  cittadini che da domani riceveranno la prima dose di Pfizer o Moderna saranno convocati dopo 30 giorni per il richiamo, mentre quelli già vaccinati ad oggi saranno convocati entro i 21 giorni (Pfizer) o 28 giorni (Moderna) e comunque non oltre il 30 giorno dalla prima inoculazione

La stessa Campania, in un'altra nota diramata soltanto il 10 maggio, si era appunto adeguata alla disposizioni governative, stabilendo anche sul territorio che i richiami per Pfizer e Moderna andassero fatti dopo 40 giorni. Le valutazione del Cts, il Comitato tecnico scientifico, hanno reso noto che, posticipare la seconda somministrazione di questi vaccini entro i 42 giorni dalla prima, non inficia sull'efficacia stessa del vaccino. Oggi, però, l'inversione di tendenza della Campania, che ha ridotto a 30 giorni il tempo di attesa tra prima e seconda dose.

822 CONDIVISIONI
27536 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni