814 CONDIVISIONI
Coronavirus
25 Giugno 2021
14:56

Ordinanza mascherine all’aperto in Campania: restano obbligatorie dove non c’è distanziamento

Nell’ordinanza anti-movida della Regione Campania c’è anche un pesante passaggio sulle mascherine anti-Covid. Secondo l’atto firmato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca l’obbligo di mascherine all’esterno resta obbligatorio in tutte quelle situazioni in cui non c’è garanzia di distanziamento interpersonale.
A cura di Ciro Pellegrino
814 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Nell'ordinanza anti-movida della Regione Campania c'è anche un pesante passaggio sulle mascherine anti-Covid. Secondo l'atto firmato dal presidente della Regione Vincenzo De Luca l'obbligo di mascherine all'esterno resta obbligatorio in tutte quelle situazioni in cui non c'è garanzia di distanziamento interpersonale: «nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento- nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto».

Ecco cosa riporta l'ordinanza regionale:

 In conformità a quanto previsto dall’ordinanza del ministro della Salute 22 giugno 2021  l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, anche all’esterno, resta fermo, tra l’altro, in ogni situazione in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o quando si configurino assembramenti o affollamenti

L’ utilizzo dei detti dispositivi resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato – ad es. nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento- nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all'aperto quali traghetti, battelli, navi.

È fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di «intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della "movida".

La Regione con lo stesso atto ha disposto blocco all'asporto di alcolici la notte in Campania dalle ore 22 e fino alle ore 6 del mattino in aree pubbliche ed aperte al pubblico, ma anche in bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici. «Non è vero che il Comitato tecnico scientifico ha rimosso l'obbligo di mascherine all'aperto – dice De Luca nella diretta video settimanale -. Il ministero della Salute ha ripreso le raccomandazioni del Cts che raccomanda di mantenere la mascherina quando ci sono affollamenti e non c'è distanziamento. Al lungomare c'è assembramento e nelle strade principali c'è assembramento, idem nella movida, dunque è obbligatoria».

814 CONDIVISIONI
27462 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni