"Vincenzo De Luca si è confermato un grande, al quale bisogna dire grazie, perché ha salvato la Campania nella più difficile delle condizioni che la democrazia ha vissuto dalla fine della seconda guerra mondiale". Lo ha detto Nicola Zingaretti, segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, a margine di una iniziativa che si è tenuta nel pomeriggio di oggi, 10 settembre, presso il Teatro Augusteo di Salerno. Parlando della pandemia in corso e delle ormai imminenti elezioni regionali, Zingaretti ha risposto alle domande dei cronisti su Vincenzo De Luca, attuale governatore e candidato per la riconferma.

"Lo abbiamo visto all'opera sul Covid, nella più difficile delle operazioni e condizioni che la democrazia ha vissuto dalla fine della seconda guerra mondiale – ha detto Zingaretti – e si è confermato un grande, al quale bisogna dire grazie perché ha salvato la Campania. E questo va riconosciuto perché altrimenti le scelte si fanno sempre sulle chiacchiere e non sui comportamenti. Vincenzo De Luca è stato un gigante, un grande presidente che ha salvato e ha combattuto per la sua terra, e per questo bisogna dirgli grazie e soprattutto confermargli la fiducia perché con De Luca la Campania ce la fa, questa è la verità".

Nel corso dell'intervento il presidente della Regione Lazio ha rivolto un appello all'elettorato ad "unirsi intorno a quelle candidature che possono fermare l'avanzata delle destre", perché "siamo alla vigilia di centinaia di miliardi di euro di investimenti che abbiamo conquistato in Europa, e non regaliamoli a chi l'Europa voleva distruggerla, e questa sarebbe stata una follia".