Dopo un brusco calo dei nuovi positivi registrato il 1 dicembre, ieri c'è stato un nuovo aumento, anche se sembrano ancora lontani i livelli di appena una settimana fa: i nuovi contagiati in Campania nel bollettino del 2 dicembre sono stati 1.842, portando il totale dall'inizio della pandemia a 158.274 contagiati in regione, con 54.015 guariti e 1.764 decessi. Dei nuovi positivi, 1.657 sono asintomatici e 185 asintomatici. Si registra inoltre la guarigione di altre 2.183 persone e la morte in regione di 43 persone (22 nelle 24 ore precedenti al bollettino e 21 in precedenza ma registrate il 1 primo dicembre, giorno a cui si riferiscono i dati).

Sul fronte della disponibilità dei posti letto negli ospedali campani, quelli di degenza ordinaria Covid sono in totale 3.160 (numero che comprende sia l'offerta pubblica sia quella privata), dei quali 2.064 occupati (-35), mentre l'offerta di posti letto di Terapia Intensiva in regione è di 656 unità, dei quali 173 occupati solo da pazienti Covid (-6). Sono infine 100.258 (-343) le persone risultate positive al virus Sars-Cov-2 e in regime di isolamento fiduciario domiciliare. Per il terzo giorno consecutivo è calato il numero degli attualmente positivi, che in base all'ultimo bollettino (diffuso il 2 dicembre dall'Unità di Crisi della Regione Campania e relativo al giorno precedente) sono 102.495 (-384).

A Napoli 19 morti per Covid e 463 contagi in due giorni

Dal bollettino diffuso dal Comune di Napoli si evince che in 48 ore in città ci sono stati 463 nuovi contagi e si registrano 19 decessi e 1.057 guarigioni. Gli attualmente positivi a Napoli sono 18.926. Complessivamente i deceduti dall'inizio della pandemia sono 587, mentre i guariti sono 11.284. Rispetto al bollettino precedente, datato 30 novembre, si registrano infine 3 persone in meno ricoverate in degenza ordinaria Covid (da 33 a 30) e una in più in Terapia Intensiva (da 30 a 31).

Oggi la decisione sulla zona rossa in Campania

Oggi, 3 dicembre, scade l'ultimo Dpcm varato dal Governo. Si dovrà decidere se la Campania resterà zona rossa anche per il periodo delle festività natalizie, o se ci sarà una nuova classificazione in zona arancione o gialla, modificando quindi le restrizioni e consentendo anche la riapertura di alcune attività commerciali che, attualmente, sono chiuse. Tra i fattori che determineranno la scelta del Governo ci sono la curva del contagio e l'Rt della Campania, entrambi in calo, ma anche la pressione sugli ospedali, che al contrario resta alta.