La Regione Campania bocciata per l’informazione sul Covid nel proprio sito web ufficiale dall’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, presieduta da Enrico Coscioni, ex consigliere alla Sanità del governatore Vincenzo De Luca. Nessuno spazio sul portale online regionale campano dedicato alla comunicazione al cittadino di informazioni riguardo il Covid19. Nessuna informazione su avanzamento della campagna vaccinale, dove fare il vaccino, eventuali effetti collaterali o link a siti esterni di approfondimento. Un sito web ufficiale, quello della Regione Campania, decisamente da ricostruire per l’Agenas, per quanto riguarda la pandemia del Coronavirus.

Il report di Agenas e Scuola Superiore Sant’Anna

È quanto emerge dall’indagine sui siti web delle 21 Regioni/Province Autonome (P.A.) italiane e su quelli delle Aziende sanitarie locali realizzato dall’Agenas e dal Laboratorio MeS della Scuola Superiore Sant’Anna, “con l’obiettivo di offrire una panoramica sullo stato dell’arte della comunicazione online in merito alla vaccinazione anti Covid-19. La prospettiva adottata è stata quella dell’utente che visita il sito web per reperire informazioni sulla vaccinazione”.

Tutte le criticità

Partendo dalla constatazione che “tutti i siti web/portali regionali presentano all’interno della Home Page un riferimento al COVID19 e/o al vaccino anti COVID19”, soprattutto attraverso banner, la relazione scende poi nel dettaglio della qualità delle informazioni fornite sul sito web. Bollino rosso per la Campania per la presenza all’interno del sito web di “uno spazio dedicato alla comunicazione al cittadino di informazioni riguardo il COVID19”, che non sono presenti, così come altre due regioni come Basilicata e Valle d’Aosta. Informazioni riportate solo in maniera parziale sulle categorie di utenti aventi diritto alla vaccinazione, così come per le informazioni a riguardo delle diverse fasi della vaccinazione che indicano quando le diverse categorie di utenti possono effettuare la vaccinazione.

Nessun elenco dei centri vaccinali aperti

Nessuna informazione poi su dove effettuare la vaccinazione. Manca del tutto un elenco dei centri vaccinali distribuiti nelle 7 Asl della Regione Campania, con il dettaglio dei relativi indirizzi. I cittadini sono quindi costretti a fare i salti mortali per individuare quello aperto più vicino a casa propria. Zero link a siti web esterni di approfondimento come il sito web dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) o del Ministero della Sanità. Assente del tutto anche una sezione dedicata ad informare il cittadino sull’avanzamento della campagna vaccinale anti COVID19. Mentre ci sono solo informazioni parziali sulle modalità di prenotazione.

Gli over 80 devono prenotarsi da soli, in Toscana li chiamano

In Campania infine per gli anziani over 80 è il cittadino a dover effettuare la prenotazioni. Mentre in altre regioni, come Toscana, Veneto Piemonte e Val d’Aosta, è il Sistema Sanitario Nazionale a contattare il cittadino per raccogliere l’adesione.