1.458 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Novembre 2020
11:38

Covid, morto il sindaco di Melito Antonio Amente

Morto il sindaco di Melito, Antonio Amente: era ricoverato in ospedale da alcuni giorni per Covid, dopo una crisi respiratoria. Proprio in occasione del suo ricovero aveva esortato i cittadini a rispettare tutte le raccomandazioni e le ordinanze anti-contagio. A Melito, nei giorni scorsi, superata quota mille contagi.
A cura di Giuseppe Cozzolino
1.458 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Lutto a Melito di Napoli, dove è morto a causa del Covid il sindaco Antonio Amente. Il primo cittadino era da alcuni giorni ricoverato in ospedale a causa dell'aggravarsi dell'infezione causata dal SARS-CoV-2, che in questa seconda ondata pandemica si è abbattuto su tutta la Campania. Amente alla fine non ce l'ha fatta, e si è spento in ospedale quest'oggi.

Antonio Amente, classe 1951, ha rivestito più volte la carica di primo cittadino di Melito di Napoli, comune dell'hinterland napoletano. Con il suo decesso, entra in carica il suo vice che guiderà l'amministrazione cittadina fino alle elezioni che si terranno con ogni probabilità nella primavera del 2021. Era stato lo stesso Amente a rendere pubblica la sua positività al coronavirus. Poi, l'improvviso aggravarsi delle sue condizioni, con una crisi respiratoria che lo aveva costretto al ricovero nell'ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania.

A Melito superati i 1.000 contagi attivi

E proprio in quell'occasione, aveva ribadito ai propri concittadini a seguire "minuziosamente le ordinanze e le disposizioni in materia di Covid-19", nonché "di limitare le uscite al minimo indispensabile ed in ogni caso indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza". Raccomandazioni che tuttavia non hanno impedito a Melito di Napoli di diventare un piccolo focolaio: nella cittadina della provincia nord di Napoli, il contagio sembra correre senza freni, tanto che pochi giorni fa era stata superata la quota di mille casi attualmente positivi, cifra tristemente condivisa con diversi altri comuni dell'hinterland napoletano, dove la seconda ondata di coronavirus sembra essersi abbattuta con tutta la sua violenza dopo aver "risparmiato" la Campania intera nei mesi di marzo ed aprile.

Il cordoglio del Partito Democratico

Unanime il cordoglio per la scomparsa di Antonio Amente. Anche il Partito Democratico di Melito ha commentato la vicenda, con una nota ufficiale:

Apprendiamo con sconcerto e dolore la notizia della scomparsa del dott. Antonio Amente, sindaco di Melito di Napoli. Il Partito Democratico di Melito di Napoli e della Città Metropolitana di Napoli esprimono profondo cordoglio per la dipartita del primo cittadino e partecipano sentitamente al dolore della famiglia, a cui si uniscono in preghiera, esprimendo commossa vicinanza. Auspichiamo di poter rivolgere l'ultimo saluto al sindaco, nelle forme che le autorità consentiranno e invitiamo i nostri concittadini a fare altrettanto.

Le reazioni della politica alla morte di Amente

La morte del sindaco Amente ha sconvolto non soltanto la cittadinanza, ma anche la classe politica. Venanzio Carpentieri, che più volte ha sfidato Amente alle comunali di Melito, ha così commentato la morte del collega: "Di fronte alla morte, per di più giunta per mano di un virus vigliacco, che ti priva del conforto degli affetti più cari nel momento in cui avresti maggior bisogno di sentirne il calore, tutto il resto sfuma.
Sfumano i contrasti, le idee politiche divergenti, i caratteri differenti, le polemiche e le contrapposizioni. Tutto lascia spazio solo al dolore, al silenzio e alla preghiera. Ed è con questo spirito, unendomi idealmente e con sincera vicinanza a tutta la famiglia, che ti ricorderò, Antonio. Che la terra ti sia lieve".

Anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris si è unito al cordoglio per la morte del suo omologo di Melito: "Antonio Amente è stato sottratto all’affetto della sua famiglia e dei suoi cittadini. Anche a nome di tutto il consiglio Metropolitano esprimiamo il nostro cordoglio e vicinanza alla famiglia".

1.458 CONDIVISIONI
31857 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni