Come è ormai consuetudine dall'inizio della pandemia di Coronavirus in Italia, la Fondazione Gimbe ha pubblicato il report settimanale sulla diffusione dei contagi nelle venti regioni del nostro Paese. Nel periodo di riferimento oggetto dell'ultimo aggiornamento, quello ovvero della settimana che va dal 7 al 13 ottobre, in Campania si è assistito a un ulteriore incremento dei nuovi casi di Coronavirus. A preoccupare maggiormente però, più che l'intera regione, è soprattutto Napoli (compresa naturalmente la sua provincia), che nel periodo preso in esame dall'ultimo report ha fatto registrare un incremento di nuovi casi ogni 100mila abitanti di circa il 35% rispetto alla settimana precedente. Come si può osservare dall'apposito grafico, Napoli supera di gran lunga l'incremento non soltanto degli altri capoluoghi della Campania, ma anche l'aumento medio di tutta la regione di nuovi casi ogni 100mila abitanti: l'incremento in Campania è infatti pari a circa il 30%.

Covid, in Campania sono 1.261 i nuovi casi

Intanto, come reso noto dall'ultimo bollettino diramato oggi dall'Unità di Crisi regionale, sono 1.261 (68 con sintomi, 1.193 asintomatici) i nuovi casi di Coronavirus che si sono registrati in Campania nelle ultime 24 ore. Un nuovo record, che si accompagna però anche a quello dei tamponi analizzati, che sono stati invece 14.222. Dall'inizio della pandemia, sono 23.033 i casi totali di Coronavirus che si sono registrati in Italia, a fronte di 737.227 tamponi analizzati nel complesso. Nelle ultime 24 ore si registrano poi anche 3 deceduti, che portano il totale a 499 morti dall'inizio della pandemia; i guariti sono invece 148, per un totale di 8.180.