Chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado a Marigliano, in provincia di Napoli. Lo ha deciso il sindaco Peppe Jossa, alla luce dei troppi contagi di questi giorni registrati proprio negli istituti della cittadino dell'hinterland napoletano. Scuole che continueranno dunque con la didattica a distanza per altri 14 giorni, poi si valuterà se prorogare ulteriormente la misura restrittiva oppure se poter consentire il ritorno alla didattica in presenza. Per ora, tutto fermo almeno fino al 30 aprile.

"La situazione era tale che non si poteva fare diversamente", ha spiegato il sindaco Peppe Jossa, "L'Asl mi ha chiesto di procedere alla chiusura di tutti gli istituti sul territorio. Io comprendo il disagio e le sofferenze di chi ha problemi di lavoro, di salute, organizzativi, di chi soffre perché ritiene che i figli subiscano un danno a stare a casa. Purtroppo però, l'unica scelta possibile e dovuta era questa", ha proseguito Jossa, "perché il virus è in mezzo a noi e non è ancora stato debellato. Tra l'altro la situazione delle quarantene negli istituti scolastici, secondo una direttiva del Ministero della Salute, coinvolge un pezzo importante anche del personale docente e non docente. Bisogna avere pazienza ed essere prudenti".

L'ordinanza, la numero 700 del 17 aprile 2021 del Comune di Marigliano, prevede dunque:

1) la sospensione delle attività didattiche in presenza presso tutti gli istituti scolastici, pubblici e privati, di Marigliano, dal giorno 17 aprile 2021 e fino al 30 aprile 2021;
2) resta sempre garantita, su disposizioni rimesse all’autonomia scolastica, la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell'istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall'ordinanza del Ministro dell'istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata;
3) per il periodo indicato dal punto n. 1 sono sospese altresì le attività in presenza delle ludoteche e i servizi integrativi per l’infanzia insistenti sul territorio comunale;

Qui il testo completo dell'ordinanza: