Cinque agenti della polizia municipale di Napoli sono risultati positivi al coronavirus: questo l'esito dello screening eseguito su 17 agenti del corpo cittadino. I cinque sarebbero asintomatici e dunque in isolamento domiciliare, ma ora toccherà eseguire i controlli anche ai contatti stretti e rintracciare il link epidemiologico. La positività dei cinque è arrivata assieme ai tamponi negativi per altri dodici, il che al momento esclude un cluster all'interno del corpo municipale.

Furioso il sindacato Uil Fpl che, in una nota, ha anche spiegato che "Non può essere accettabile che non vi sia un coordinamento centrale e un rapporto istituzionale con le ASL. Non si sa neanche chi debba restare a casa in caso di positività negli uffici". Ci sarebbero, inoltre, altri 15 lavoratori all'interno dell'Unità Operativa che avrebbero rifiutato di sottoporsi allo screening: Unità Operativa che, nel frattempo, rischia di essere chiusa per consentire sanificazioni ed ulteriori controlli all'interno.

Nella giornata di ieri, in tutta la Campania vi erano stati 103 nuovi casi positivi, ma a spaventare sono i ricoveri che sono da giorni in costante aumento. Quasi 300 le persone che si trovano in ospedale per l'infezione da CoViD-19, di cui oltre 250 in reparti di terapia ordinaria e circa una ventina in quelli di terapia intensiva. Numeri che hanno visto una forte impennata nelle ultime settimane, dopo che i reparti si erano praticamente svuotati ed il numero degli attualmente positivi era bassissimo, tanto da far pensare ad una Campania ormai "covid-free". E che invece si è ritrovata ad essere una delle regioni più colpite delle ultime settimane.