5.516 CONDIVISIONI
29 Aprile 2022
11:55

Bimbo di 12 anni in ospedale con chiave conficcata in testa a Napoli, aggredito da coetaneo

Un bimbo di 12 anni è stato operato d’urgenza al Santobono di Napoli: aveva un chiave conficcata nella testa, sarebbe stato aggredito da un coetaneo.
A cura di Nico Falco
5.516 CONDIVISIONI

Un bambino di 12 anni è stato ricoverato nel pomeriggio di due giorni fa, 27 aprile, nell'ospedale Santobono di Napoli, dove è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico: aveva una chiave conficcata nella testa, il metallo aveva superato la scatola cranica ed era penetrato nell'encefalo. Attualmente il bimbo è ricoverato nel reparto di Neurochirurgia, non in pericolo di vita. Il ferimento, apprende Fanpage.it, sarebbe avvenuto durante una partita di calcetto al Rione Triano.

Il piccolo sarebbe stato aggredito da un coetaneo in circostanze non ancora del tutto chiare; trasportato inizialmente al Pronto Soccorso dell'ospedale San Paolo di Fuorigrotta, dopo una prima visita era stato velocemente trasferito al pediatrico per l'operazione d'urgenza. In ospedale è arrivato cosciente, l'intervento chirurgico è riuscito ma, naturalmente, le sue condizioni di salute dovranno essere attentamente monitorate per eventuali complicazioni a distanza come infezioni. Le indagini sul ferimento sono affidate alla Polizia di Stato, che nelle scorse ore ha ascoltato i genitori e sta cercando di ricostruire la dinamica dell'aggressione.

"L'operazione è andata bene – spiega a Fanpage.it Rodolfo Conenna, direttore generale dell'Aorn Santobono-Pausilipon – la chiave è stata estratta. Aveva trapassato il cranio, era andata nel tessuto cerebrale. La situazione è molto delicata perché ha coinvolto l'interno della scatola cranica. Ora il bambino sta bene, è ricoverato in Neurochirurgia, non in Rianimazione. Siamo ottimisti".

Il dg del Santobono: "Aumento casi di violenza tra giovanissimi post pandemia"

Nella fase post pandemia, continua Conenna, c'è stato un forte incremento di "comportamenti psicopatologici tra bambini e adolescenti, sia come autolesionismo sia di aggressività in generale", registrato "in maniera molto chiare ed evidente" sia tramite l'osservatorio del Santobono sia confrontandosi con le altre strutture pediatriche. "I due anni molto particolari della pandemia e la sensazione di pericolo imminente – conclude il direttore generale – che tra l'altro vanno in continuità con l'altra minaccia che è la guerra, stanno lasciando sicuramente tracce nei ragazzini".

5.516 CONDIVISIONI
Bimbo morto in incidente a Fuorigrotta, la mamma lascia l'ospedale per raggiungere il corpo del figlio
Bimbo morto in incidente a Fuorigrotta, la mamma lascia l'ospedale per raggiungere il corpo del figlio
Morto bambino di 3 anni, travolto da auto sotto gli occhi della madre a Fuorigrotta. Investitore aggredito dalla folla
Morto bambino di 3 anni, travolto da auto sotto gli occhi della madre a Fuorigrotta. Investitore aggredito dalla folla
Ercolano, bimba di 3 anni azzannata da un rottweiler: è grave in ospedale
Ercolano, bimba di 3 anni azzannata da un rottweiler: è grave in ospedale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni