Il Comune di Salerno si illumina stasera per Patrick George Zaki, lo studente 28enne egiziano dell'Università di Bologna, attivista per i diritti umani nel suo Paese di origine, dove è stato privato della libertà dal 7 febbraio 2020. Ad un anno dall'arresto di Zaki in Egitto, Palazzo di Città ha voluto omaggiare il giovane con questa iniziativa di speranza per la sua liberazione. Mentre i consiglieri di maggioranza del Comune di Salerno hanno chiesto di inserire all'ordine del giorno della prossima riunione dell'assemblea cittadina la proposta di cittadinanza onoraria di Salerno per Zaki. L'iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede provinciale del Pd, insieme, tra gli altri, al segretario provinciale del Pd, Vincenzo Luciano, e al presidente del consiglio comunale di Salerno, Alessandro Ferrara. Presente il parlamentare Pd, Piero De Luca, figlio del governatore della Campania, Vincenzo. Questa sera, intanto, accogliendo la richiesta di Amnesty International, verrà illuminato di giallo anche Palazzo di Città proprio per sensibilizzare la collettività in questa battaglia per i diritti di Zaki e di quanti vivono il suo stesso dramma.

Patrick Zaki
in foto: Patrick Zaki

Il sindaco Napoli: “Zaki torni in libertà”

“Quelli in cui crede il giovane Zaki – spiega il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli – sono valori non negoziabili. La nostra amministrazione comunale vuole appoggiare qualsiasi iniziativa utile affinché questo ragazzo torni giustamente in libertà. Mettiamo un piccolo mattoncino con i consiglieri di maggioranza di solidarietà e giustizia per Patrick”. “È passato un anno – ha spiegato, in collegamento da remoto, la Presidente del Consiglio comunale di Bologna, Luisa Guidone – dalla ingiusta carcerazione di Patrick. Esprimo la vicinanza della nostra città a lui e alla sua famiglia”. “Patrick – ha aggiunto il deputato Dem, Piero De Luca – è un simbolo di libertà. Abbiamo marcato una unità ideale tra le due comunità, quella di Salerno e Bologna nel nome dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Sono contento che i consiglieri di maggioranza abbiano accolto il mio invito e quello del Partito democratico".

"Zaki – ha concluso Piero De Luca – è uno studente dell'università di Bologna che rappresenta il simbolo della lotta, della difesa dei diritti umani e dei valori fondamentali delle persone più fragili e più deboli. La giornata di oggi, il riconoscimento onoraria che arriverà a Patrick Zaki, è un modo per tenere alta l'attenzione sull'esistenza di difendere la nostra democrazia, le nostre libertà a tutti i livelli nelle nostre Comunità".