Primo tentativo di furto di un monopattino elettrico comunale a Napoli, a poco più di 24 ore dall'inaugurazione del servizio nel capoluogo partenopeo. Lo hanno sventato i Falchi della Squadra Mobile, che si sono trovati a passare su via Marvasi, a ridosso della Stazione Centrale, notando una persona che "indaffarata" a staccare la targhetta identificativa di un monopattino elettrico accovacciato dietro un'automobile. Bloccato l'uomo prima che riuscisse nel suo intento, dai controlli è emerso che il monopattino fosse stato lasciato dall'ultimo cliente nelle postazioni di corso Garibaldi, e trascinato poi con ancora il blocco inserito e l'allarme sonoro attivato fino su via Marvasi.

Fondamentali i rilievi avvenuti attraverso il Gps installato sul mezzo, che ha permesso di risalire in tempi brevi a tutti i movimenti del veicolo, ed in particolare che fosse stato parcheggiato poco prima nelle postazioni di corso Garibaldi, non lontano dal luogo in cui era stato trascinato. Forze dell'ordine hanno poi confermato a Fanpage.it che si tratti di un monopattino di quelli messi a disposizione della cittadinanza in alcune zone della città.

A finire nei guai è stato un 34enne di origine marocchina, Y. H., già noto alla polizia per precedenti specifici, e risultato anche in posizione irregolare con il permesso di soggiorno. Il monopattino elettrico, recuperato senza particolari conseguenze, è stato restituito alla società di noleggio, mentre l'uomo, spiega una nota della questura, «è stato arrestato per furto aggravato, oltre ad essere denunciato per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato italiano».

I monopattini in sharing a Napoli

Il tentato furto del monopattino elettrico  avviene ad appena 24 ore dall'inaugurazione del servizio per le strade del Comune di Napoli. Sono state centinaia le richieste nelle prime ore di attivazione, sia per la curiosità sia per la ‘moda' del monopattino in sharing per brevi tratte, già diffuso in altre città d'Italia come Milano e Roma. Nel capoluogo campano il bando del Comune, pubblicato durante il lockdown, è stato vinto dalla società Helbiz che già fornisce il servizio in altre città d'Italia.

Per affittarlo si usa un'apposita app per smartphone: il prezzo è piuttosto contenuto: il costo è di 1 euro per lo "sblocco" e 20 centesimi al minuto per la corsa, ma per chi vuole farne il proprio mezzo "preferito" ci sono anche abbonamenti mensili da circa 30 euro, poco meno di un abbonamento Anm per autobus, funicolare o metropolitana.