Una donna di 32 anni, madre di un bimbo di 10 morto circa un mese fa a South Shields, una città costiera nel Regno Unito, è deceduta in seguito alla rottura improvvisa di un'arteria. Secondo i medici non è escluso che le due tragedie possano essere in qualche modo collegate tra di loro, probabilmente per fattori genetici.

Non si può neanche escludere, tuttavia, che un fattore determinante possa essere stato il dolore provato per la scomparsa del figlio. Stando a quanto riferiscono i quotidiani britannici, infatti, la donna da un mese a questa parte era completamente fuori di sé a causa della sofferenza causata dal gravissimo lutto. Ad accorgersi che era accaduto qualcosa di preoccupante lunedì mattina è stata la madre della donna, che ha sentito un forte tonfo nel bagno. Entrata, ha visto che la figlia – Ashley Tomlin – era distesa sul pavimento in preda a un violentissimo attacco di cuore nei confronti del quale non è stato possibile far nulla. Anche l'arrivo dei soccorritori si è rivelato purtroppo del tutto inutile.

"Mia figlia – ha raccontato la madre – dopo il lutto per la morte del suo bambino aveva iniziato a riprogrammare il suo futuro. Avevamo in programma di trascorrere insieme le feste natalizie, poi lei probabilmente se ne sarebbe andata alla ricerca di un po' di serenità".