Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

L'ha prima colpita con spintoni e schiaffi alla testa fino a farla cadere a terra e poi le ha strappato lo smartphone dalle mani. È successo sabato 9 gennaio attorno a mezzogiorno a Vimercate, in provincia di Monza e Brianza, dove un uomo di 37 anni ha aggredito la sua ex fidanzata, una donna di 50 anni, mentre camminava per strada. Stando alle prima informazioni l'uomo non accettava la fine della loro relazione sentimentale finita poco prima di Natale a tal punto da aggredirla: così per lui è scattato l'arresto in flagranza di reato per rapina e lesioni personali.

La relazione sentimentale si era conclusa a causa della forte gelosia dell'uomo

A dare l'allarme al 112 sono stati i passanti che hanno assistito all'aggressione. Dopo poco sul posto sono intervenuti i carabinieri di Vimercate che hanno soccorso la donna e si sono messi all'inseguimento del rapinatore, fermato poi a un chilometro di distanza con ancora in tasca il cellulare della donna. La ex, una volta medicata in ospedale da cui è uscita con una prognosi di 7 giorni, ha poi denunciato il 37enne raccontando davanti ai militari di essere stata vittima più volte di maltrattamenti e violenza. La coppia si era avvicinata lo scorso settembre, ma già da subito il 37enne aveva manifestato una grande gelosia: l'arrestato infatti vietava alla donna di incontrare amici e parenti e di usare i social network tanto che già in una precedente lite le aveva rotto il cellulare. Così la 50enne avrebbe deciso dopo poche settimane di interrompere la loro convivenza, ma le aggressioni e la forte gelosia dell'uomo non si erano interrotte.

Per il 37enne ora è scattato il divieto di avvicinamento

Fino a sabato quando il 37enne è stato arrestato e la donna ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri. Ora davanti al giudice dovrà rispondere di rapina e lesioni personali, intanto per lui è stato disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex fidanzata.