Ultimi giorni a Trescore Cremasco, in provincia di Cremona, per dare l'ultimo saluto a Christian Bertazzoli, il ragazzo di 14 anni morto nel sonno la scorsa settimana nell'abitazione in cui abitava con i genitori e il fratello maggiore. Venerdì prossimo saranno infatti celebrati i funerali, che si terranno alle 15 nella chiesa parrocchiale di Sant'Agata. Fino ad allora la bara che contiene la salma del 14enne resterà nell'oratorio parrocchiale Don Giovanni Folcini, dove da ieri è stata allestita la camera ardente. Tante le persone – parenti, amici, conoscenti, compagni di squadra – che hanno voluto dare un ultimo saluto a Christian prima dei funerali, dopo i quali la salma tornerà brevemente in oratorio per un saluto da parte degli amici e poi sarà sepolta nel cimitero locale, accanto ai bisnonni del ragazzo.

L'autopsia dovrà chiarire i motivi del decesso

La salma è stata restituita alla famiglia dopo l'autopsia, eseguita nel pomeriggio di lunedì a Cremona. L'esame autoptico dovrà chiarire le cause della morte di Christian, un ragazzo in salute, promessa del calcio giovanile, stroncato nel sonno da un probabile arresto cardiaco di cui si vogliono capire le cause. A trovare il ragazzo, ormai senza vita, sono stati i genitori: probabilmente era morto già da ore, nel sonno. Christian era un ragazzo atletico, grande tifoso della Juventus e amante anche del calcio giocato: dopo gli esordi nella squadra locale, si era spostato all'Associazione sportiva dilettantistica Oratorio Calvenzano. La squadra si è stretta al dolore della famiglia, così come tutto il paese, dove i genitori e il fratello di Christian sono conosciuti per il loro impegno, anche in parrocchia.