368 CONDIVISIONI
Coronavirus
21 Maggio 2021
11:54

Vaccini e vacanze, in Lombardia il portale di Poste italiane ora mostra la data della seconda dose

Al momento della prenotazione del vaccino anti Covid in Lombardia e prima di dare conferma della data, sul portale di Poste Italiane, appare una schermata che consente di sapere quando ricadrà la seconda dose. Uno strumento che dà la possibilità ai cittadini di poter organizzare così i propri impegni e le proprie ferie.
A cura di Ilaria Quattrone
368 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Alle difficoltà legate al reperimento di dosi, si aggiunge adesso anche il problema delle ferie estive. Nelle ultime settimane tantissimi cittadini hanno sollevato dubbi e perplessità circa l'impossibilità di conoscere, al momento della prenotazione della prima dose, la data della seconda inoculazione. La preoccupazione è che, una volta ricevuta la prima somministrazione, la seconda ricada proprio durante il periodo di vacanza. Per questo motivo, molti esponenti politici hanno chiesto la possibilità di poter effettuare le vaccinazioni anche nei luoghi di vacanza. Un'eventualità che al momento però è stata accantonata dall'Esecutivo.

Il pop up sul portale di Poste Italiane

Il problema riguarda soprattutto chi deve ricevere il vaccino AstraZeneca, Pfizer o Moderna. Per il siero Johnson&Johnson infatti, essendo monodose, non sussiste nessuna difficoltà. Negli altri tre casi invece la questione è diversa: per AstraZeneca infatti il range di tempo tra prima e seconda dose varia dai 63 agli 84 giorni. Pfizer e Moderna invece richiedono tra i 35 e i 45 giorni. Nell'attesa che venga trovata una soluzione a livello nazionale, i cittadini lombardi sembrerebbero poter sollevare un respiro di sollievo. Sul portale di prenotazione ai vaccini anti-Covid appare, prima di dare conferma della data di somministrazione della prima dose, una schermata in cui vengono mostrate le finestre temporali in cui potrebbe ricadere il richiamo. Una possibilità che rincuora chi ha già prenotato le vacanze o chi è in procinto di farlo.

La novità potrebbe quindi incentivare ulteriormente le adesioni. Prenotazioni che comunque hanno visto un boom soprattutto tra gli over 40. Mercoledì 19 maggio infatti è stata data la possibilità anche ai cittadini tra i 40 e i 49 anni di poter prenotare il vaccino: in meno di 24 ore si sono registrate oltre 400mila richieste. E oggi, con tutta probabilità, si arriverà a mezzo milione di prenotazioni. Le vaccinazioni partiranno i primi di giugno e il picco si avrà verso metà giugno. I prossimi step adesso saranno le prenotazioni per gli over 30 previste per il 27 maggio e quelle per gli over 16 previste invece per il 2 giugno.

368 CONDIVISIONI
27431 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni