611 CONDIVISIONI
Coronavirus
18 Gennaio 2021
17:27

Sondrio, nuovi ricoveri al Morelli: 23 malati in più negli ultimi 3 giorni, 11 i pazienti gravi

Continuano ad arrivare nuovi malati Covid all’ospedale “Morelli” di Sondalo, l’unica struttura sanitaria adibita alle cure Covid della Valtellina: in tre giorni altri 23 malati e 3 decessi. In tutto i ricoverati sono 106, di cui 11 in terapia intensiva. Intanto torna alla normalità il reparto di Neurologia e Oncologia dell’ospedale di Sondrio dove i giorni scorsi è scoppiato un piccolo focolaio Covid.
A cura di Giorgia Venturini
611 CONDIVISIONI
Foto di repertorio
Foto di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Non calano i ricoveri all'ospedale "Morelli" di Sondalo, unica struttura sanitaria adibita alle cure Covid della provincia di Sondrio. Dopo l'allarme lanciato nei giorni scorsi dalla direzione sanitaria per l'aumento dei casi, oggi i ricoveri per Coronavirus restano stazionari: sono 106, uno in meno rispetto a venerdì scorso, ma con 23 nuovi malati in ospedale e tre decessi negli ultimi tre giorni. Sono invece 11 i pazienti gravi curati in terapia intensiva, come fanno sapere dall'Asst Valtellina e Alto Lario. Da qualche settimana infatti si registrano sempre nuovi contagi: la provincia di Sondrio, seppur tra le meno colpite durante la prima e della seconda ondata, è ora tra i territorio che più preoccupano con 205 positivi ogni 100mila abitanti. Seconda in Lombardia solo alla provincia di Mantova.

Torna alla normalità l'ospedale di Sondrio dopo il focolaio Covid

Intanto la situazione nel reparto di Neurologia e Oncologia dell'ospedale di Sondrio è tornata alla normalità: qui nei giorni scorsi alcuni pazienti ricoverati sono risultati positivi al tampone Covid facendo quindi scoppiare un piccolo focolaio. Bersaglio del virus sono stati cinque malati presenti in ospedale per altre patologie e due operatori sanitari risultati asintomatici. Così i ricoverati risultati positivi al Covid sono stati trasferiti all'ospedale "Morelli" di Sondalo, mentre il personale medico positivo è stato costretto all'isolamento obbligatorio a casa. Si tratta della seconda volta, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, che si registra un piccolo focolaio nello stesso reparto dell'ospedale di Sondrio, dove da tempo gli operatori chiedono alla direzione maggiore attenzione nella distribuzione dei dispositivi di tutela. "Dall'inizio della prima ondata ad oggi con la seconda tuttora in corso sono alcune centinaia gli operatori contagiati, tra medici, infermieri e personale sociosanitario", precisano invece da Asst Valtellina.

Terminato il primo ciclo di vaccini anti Covid per il personale sanitario

Sempre in provincia di Sondrio oggi lunedì 18 gennaio è terminato il primo ciclo di vaccini anti Covid per il personale sanitario dando così il via alla somministrazione della seconda dose. Tra questi c'è anche il dottor Claudio Barbonetti, responsabile della Medicina nucleare e Radioterapia oncologica che tiene a precisare: "I vaccini hanno cambiato la storia dell’umanità, alcune malattie mortali come la poliomielite e il vaiolo sono scomparse. Sono fermamente convinto che la vaccinazione di un ampio strato di popolazione possa in qualche mese cambiare la storia di questa epidemia consentendo un progressivo ritorno ad una vita normale".

611 CONDIVISIONI
27090 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni