Dante Baccinelli (foto Persico Dosimo Informazioni)
in foto: Dante Baccinelli (foto Persico Dosimo Informazioni)

Ha trascorso gran parte della sua vita al servizio della comunità dei Pozzaglio, in provincia di Cremona. Prima come politico, poi come imprenditore. Ora tutta la comunità è in lutto: è morto a 71 anni Dante Baccinelli, ex sindaco di Persico Dosimo dal 1975 al 1990 e di Pozzaglio dal 1993 al 2002 e dal 2007 al 2017. Collezionando ben sette mandati nella sua carriera politica. In paese però era anche conosciuto per essere il titolare della bar "La Lanterna" in via Roma e per la sua capacità di relazionarsi con tutti i suoi cittadini.

Eletto sindaco la prima volta a 26 anni

La sua passione per la politica inizia da giovanissimo: a soli 26 anni infatti già indossava il tricolore a Persico Dosimo. Il suo impegno aveva convinto già tutti tanto da essere riconfermato per gli altri due successivi mandati. Dal 1990 al 1993, stando a quanto riporta "Cremona Oggi", è stato eletto capogruppo in consiglio comunale, sempre rappresentando l'ala di sinistra della politica locale. Nello stesso anno in cui si trasferisce a Pozzaglio dove vince subito le elezioni comunali: a capo del municipio ci resta fino al 2002 quando al suo posto subentra da Peride Bedulli.

L'ultimo mandato terminato nel 2017

Ma la sua sconfitta non è un addio: cinque anni dopo si ricandida con una lista civica di centrosinistra e anche questa volta non ha rivali. La sua vittoria si ripete anche nel 2012 iniziano così il suo settimo e ultimo mandato concluso nel 2017. Per tutti verrà ricordato come un politico gentile con un grande senso civico. Così lo ricordano i suoi concittadini, così lo ricordano anche i suoi rivali in politica.