Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Un uomo trovato in piena notte in una pozza di sangue, con ferite all'addome provocate da diverse coltellate. È ancora avvolto nel mistero il caso dell'uomo soccorso dal 118 a Fizzonasco, frazione di Pieve Emanuele, nel Milanese.

Pieve Emanuele: uomo trovato sanguinante in piena notte con ferita da coltello all'addome

La vittime dell'aggressione con arma da taglio è un uomo di cui ancora non sono chiare le generalità. La sua età apparente sarebbe di circa 35 anni. Il ferito è stato individuato attorno alle 3 e 30 di oggi, giovedì 30 luglio, in via Marche all'altezza del civico 43, in una zona dove ci sono sia condomini che capannoni di aziende, non lontano da un parco pubblico. Sul posto è arrivata un'ambulanza della croce viola di Rozzano (Milano).  Oltre alle ferite all'addome presentava una "ferita lacero-contusa al volto".

Portato all'ospedale San Paolo e operato: non è in pericolo di vita

L'uomo è stato prima soccorso sul posto, quindi portato in ospedale al San Paolo di Milano, dove è arrivato in codice rosso attorno poco dopo le 4 di mattina ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono serie, ma non sarebbe in pericolo di vita. Resta da ricostruire la dinamica dell'aggressione. Sul caso indagano i carabinieri di San Donato che appena possibile sentiranno la versione della vittima per cercare elementi utili per risalire all'autore o agli autori dell'accoltellamento.

Dalla riapertura dopo il lockdown sono stati numerosi i casi di accoltellamento e le aggressioni a Milano e nel suo hinterland. Soprattutto in città si sono verificati gravi episodi sia nelle zone della movida, che sui mezzi pubblici e in periferia. Casi che hanno provocato un certo allarme.