35.745 CONDIVISIONI
Coronavirus
29 Novembre 2020
10:06

Per tre volte positiva, a 101 anni nonna Maria ha sconfitto il Covid

Nonna Maria a 101 anni era riuscita a sconfiggere il Covid già durante la prima ondata. A settembre ancora un tampone positivo l’aveva costretta a un ricovero all’ospedale Morelli di Sondalo. Ma anche in questo caso era uscita senza aver avuto gravi sintomi. Quindi la terza positività. “Ma ora mangia il doppio di prima e sta bene”, raccontano a Fanpage.it gli operatori della Rsa Casa San Lorenzo di Ardenno.
A cura di Giorgia Venturini
35.745 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Non ha solo sconfitto il Covid una volta, ma ha ripetuto l'impresa anche una seconda volta dopo il ricovero in ospedale. Protagonista dell'impresa è Maria Orsingher, una nonna di 101 anni ricoverata nella Rsa Casa San Lorenzo di Ardenno, in Valtellina. La prima  è risultata positiva al tampone la scorsa primavera, durante la prima ondata Covid: Maria è riuscita a sconfiggere il virus dopo un breve ricovero all'ospedale Morelli di Sondalo, senza particolari complicazioni: respirava da sola e non aveva febbre.

Tre volte positiva al Covid, nonna Maria più forte del virus

Il secondo ricovero al Morelli risale invece allo scorso settembre quando, insieme a un altro ospite della casa di riposo, è risultata di nuovo positiva. Ma anche in questo caso è riuscita a superare senza nessun problema il Coronavirus. Così dopo cinque tamponi negativi era ritornata nella struttura dove vive da alcuni anni. Ma non è finita: questo mese nonna Maria è risultata ancora positiva al test. Dalla Rsa però tranquillizzano: "Potrebbe trattarsi di una falsa positività. Come se a causa del sistema immunitario basso il virus si sia ripresentato. Anche perché nella struttura è l'unico caso positivo. Nessun altro ospite o personale sanitario è contagiato", spiegano a Fanpage.it.

Ora Maria "mangia il doppio di prima"

Maria lo scorso luglio ha festeggiato 101 anni e ha tre figlie Carla, Ines e Delfina. È originaria di Gaggio, frazione di Ardenno, dove ha sempre vissuto fino al 2009 quando si è spostata a vivere con una delle figlie a Buglio, in provincia di Sondrio. Da sei anni è in casa di riposo: data l'età è allettata ma, dopo aver avuto il Covid, "mangia il doppio di prima. Sta bene", come tengono a precisare dalla Casa San Lorenzo. Le figlie sono in continuo contatto con lei attraverso chiamate e scambi di foto con il personale sanitario da quando le porte di tutte Rsa d'Italia sono tornate a chiudersi per i parenti durante la seconda ondata. Il suo stato di salute non è ottimale, ma nulla ha a che vedere con il Covid. Quello non le ha fatto paura.

35.745 CONDIVISIONI
26106 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni