"Quando siamo partiti, il 23 ottobre, eravamo otto dottori e quindici infermieri del Policlinico. Già la prima domenica avevamo una dozzina di pazienti ricoverati. Oggi siamo 60 medici e 120 infermieri, arrivati da 7 ospedali. Abbiamo attivato 60 posti letto operativi con malati ricoverati in terapia intensiva. In quei posti già transitati 70 pazienti, alcuni li abbiamo dimessi perché sono migliorati, quattro sono deceduti". Nicola Bottino, anestesista rianimatori del Policlinico, responsabile del primo modulo aperto nell'ospedale Covid alla Fiera di Milano. Per attivare i moduli, infatti, sono stati chiamati medici da ospedali di tutta la Lombardia. 

Ospedale in Fiera di Milano: ricoverati 57 pazienti

La struttura realizzata in primavera e rimasta per mesi praticamente inutilizzata, con conseguenti polemiche e indagini, inizia a lavorare a pieno regime e con numeri significativi. Negli ultimi 20 giorni sono arrivate decine di pazienti da Milano, Varese e Monza, ma anche dalla provincia di Brescia. La maggior parte sono stati intubati nei pronto soccorso e portati direttamente qui, perché i letti nei reparti erano finiti. Il dottor Bottino, esperto di insufficienza respiratoria acuta, spiega che la gravità dei casi è analoga a quella riscontrata in primavera. Oggi i ricoverati sono 57, altri sono in arrivo. La metà ha meno di 64 anni. Tra questi il più giovane è il primo ragazzo che ha avuto il trapianto di polmone, a 18 anni.

Due nuovi moduli in cantiere: obiettivo 90 letti in una settimana

"A breve termine ci vengono richiesti altri posti e abbiamo fretta di aprirli", assicurano i medici. "Cerchiamo di farlo con l'aiuto di altri ospedali. Nel corso della prossima settimana l'obiettivo è aprire un nuovo modulo da 14 posti, per arrivare a 74 posti letto operativi. Quindi avviare un ulteriore modulo e arrivare a 88-90 posti". I nuovi due moduli saranno affidati a due grandi gruppi privati. Il Gruppo San Donato (quello dell'ospedale San Raffaele) e l'Humantitas di Rozzano. "Il numero di medici e infermieri impegnati dovrà raddoppiare".

Stocchetti: Difficile arrivare a piena capienza, 90 posti sarebbe già grande risultato

Quanto potrà accogliere ancora l'ospedale in Fiera? La capienza teorica è di oltre duecento posti. Ma il professor Nino Stocchetti, responsabile della struttura, non si illude: "Già oggi avremmo più di 150 posti letto. Ma la terapia intensiva è fatta da medici e infermieri. Non voglio barare: sarebbe un enorme risultato già arrivare a 90 malati. La più grande terapia intensiva al Policlinico pre covid aveva 12 posti. Oggi 90 sono già tantissimi".