È atteso per oggi il monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità che decreti se e quali regioni cambieranno colore in vista della prossima settimana. Non sono attese sorprese per la Lombardia, che con ogni probabilità resterà zona gialla anche da lunedì 10 a domenica 16 maggio. Questo, perché i dati riguardanti l'andamento dell'epidemia da Covid-19 sono in costante miglioramento.

Lombardia verso la conferma della zona gialla: i dati

Per quanto riguarda l'incidenza e il numero di nuovi positivi, entrambi i valori sono in netto calo rispetto alla settimana conclusasi domenica scorsa. I nuovi casi registrati sono 11.339 contro i 13.573 di sette giorni fa, mentre l'incidenza di nuovi positivi ogni centomila abitanti è calata da 134,33 a 112,22. In zona rossa, ricordiamo, si torna quando l'incidenza è pari a 250 contagi ogni centomila abitanti. Prosegue poi anche il calo dei pazienti ricoverati, sia nei reparti ordinari che in quelli di terapia intensiva. Un trend che si conferma ormai da tre settimane.

Aumenta l'indice di contagio Rt

Entro il 10 maggio, poi, si prevede che in Rianimazione ci siano meno di 500 degenti. Una nota non positiva, però, è rappresentata dall'indice di contagio Rt, in aumento rispetto all'ultimo calcolo. Se tre settimane fa si attestava su un valore di 0,72, e settimana scorsa era già salito a 0,84, questa settimana ha fatto segnare un nuovo incremento, toccando quota 0,92. La soglia di allerta è fissata a 1. Dunque, per la settimana che deve cominciare, non si temono passaggi in zona arancione, che però potrebbe non essere scongiurata tra sette giorni qualora i dati dovessero peggiorare.