4.825 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

“Non voglio far crescere mia figlia qui, non c’è sicurezza”: Maddalena Corvaglia lascia Milano

“Mi sono trasferita a Palma di Maiorca” ha raccontato la storica velina bionda. “A Milano la sicurezza è peggiorata e i rapporti sociali si sono incattiviti. Mi sono chiesta se davvero volevo far crescere qui mia figlia e mi sono data subito una risposta”
A cura di Francesca Del Boca
4.825 CONDIVISIONI
Immagine

Una nuova vita, un nuovo amore. E soprattutto una nuova città per Maddalena Corvaglia, la storica velina bionda che nei primi anni Duemila ha affiancato la collega Elisabetta Canalis sul bancone di Striscia La Notizia. "Mi sono trasferita a Palma di Maiorca per tanti motivi" ha raccontato infatti al Messaggero, unendosi al coro di personaggi famosi in rotta con il capoluogo lombardo.

"A Milano dopo il Covid la sicurezza è peggiorata e i rapporti sociali si sono incattiviti", ha chiarito. "Mi sono chiesta se davvero volevo fare crescere in quel clima mia figlia e mi sono data subito una risposta: no. Quindi siamo partite".

Immagine

Così è arrivata la scelta dell'isola spagnola, dove la figlia Jamie, avuta con l'ex marito Stef Burns, può proseguire i suoi studi in lingua inglese. Una decisione inizialmente osteggiata dal chitarrista americano, che poi ha cambiato idea. "Si è fidato di me, adesso appena può viene a trovarci, da Milano in tre ore è qui", ha aggiunto la showgirl, oggi concorrente di Pechino Express. "Non sono tornata in Puglia perché giù non c'è la scuola internazionale, io e suo padre vogliamo farla crescere bilingue".

Un percorso non facile, arrivato a seguito di una separazione burrascosa con il padre di sua figlia, musicista di Vasco Rossi. "Mi sono difesa molto bene, anche se a volte l’avrei strozzato. È stato allucinante, lui e la sua avvocatessa pensavano di impormi cose da pazzi. Non dico altro”. E ancora. "Con lui è finita perché siamo come il giorno e la notte. Quindi di fronte a un evento forte, difficile, abbiamo avuto reazioni diverse. Mettiamola così: io ho interpretato la sua come una mancanza di attenzione e amore, lui ha percepito la mia troppo forte e intensa. Di lì in poi è andata sempre peggio".

Immagine
4.825 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views