1.091 CONDIVISIONI
Concorsi pilotati: Massimo Galli tra gli indagati
5 Ottobre 2021
16:27

Non solo Galli: tutti i professori coinvolti nello scandalo concorsi pilotati

Non solo Massimo Galli. Tra i professori denunciati in stato di libertà e indagati dalla Procura con l’accusa, a vario titolo, di associazione a delinquere, corruzione, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti e falsità materiale commesso dal pubblico ufficiale, ci sono anche altri 23 professori dell’Università Statale di Milano e di altre università italiane. Ecco chi sono.
A cura di Filippo M. Capra
1.091 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Concorsi pilotati: Massimo Galli tra gli indagati

È scoppiato lo scandalo concorsi pilotati all'interno del mondo medico italiano. L'indagine Laurus, letteralmente "alloro", condotta dai carabinieri del Nas di Milano, ha portato all'iscrizione del registro degli indagati, denunciati in stato di libertà, 33 persone con l'accusa, a vario titolo, di associazione a delinquere, corruzione, abuso d’ufficio, turbata libertà degli incanti e falsità materiale commesso dal pubblico ufficiale. Ventiquattro di loro sono docenti universitari. Diversi, poi, i volti noti. Il principale è quello di Massimo Galli, professore ordinario presso il dipartimento di Scienze biomediche dell’università Statale di Milano che il grande pubblico ha potuto conoscere per via dei suoi interventi sull'andamento della pandemia da Covid.

Chi sono i professori indagati nello scandalo concorsi pilotati

Ci sono però altre 32 persone su cui gli inquirenti hanno posto la lente di ingrandimento. Ecco chi sono gli altri professori indagati:

Riccardo Ghidoni, professore di Biochimica nel dipartimento di Scienze della salute.

Pierangela Ciuffreda, Gianguglielmo Zehender e Manuela Nebuloni, Scienze biomediche e cliniche dell'ospedale Sacco.

Paola Viani, Alessandro Prinetti e Sandro Sonnino, Biotecnologie mediche e medicina traslazionale.

Cristiano Rumio, associato al dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari.

Pietro Allevi, Scienze biomediche, chirurgiche e odontoiatriche.

Antonella Delle Fave, Fisiopatologia medico-chirurgica e dei trapianti.

Francesco Auxilia e Gagliano Nicoletta, Scienze biomediche per la salute.

Tiziana Borsello e Angela Maria Rizzo, Scienze farmacologiche e biomolecolari.

Agostino Riva e Antonio Schindler, Scienze Biomediche e cliniche del Sacco.

Vi sono poi ulteriori professori indagati di altre università e portano i nomi di Guido Cavaletti (Anatomia umana e prorettore alla Ricerca alla Bicocca), Vittorio Bellotti (Medicina molecolare a Pavia), Claudia Colomba (Promozione della salute, medicina interna e specialistica di eccellenza dell'università di Palermo), Giuseppe Riva (Psicologia alla Cattolica di Roma), Claudio Maria Mastroianni (Sanità pubblica e malattie infettive alla Sapienza di Roma), Giovanni Di Perri (Scienze mediche a Torino) e Massimo Andreoni (Medicina dei sistemi a Tor Vergata, a Roma).

1.091 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni