Per cercare di stare ulteriormente più vicino ai cittadini, il Comune di Milano ha avviato la distribuzione di circa 200.000 mascherine chirurgiche ai residente delle case popolari gestite da MM. L'iniziativa di Palazzo Marino, già proposta lo scorso maggio, verrà arricchita anche della consegna dell'ultimo numero del periodico "Pop! Abitare voce del verbo popolare", realizzato con la Naba (Nuova accademia delle belle arti).

Mascherine consegnate dai volontari di Emergency

Come spiegato dal Comune, saranno 150 volontari di Emergency a consegnare i dispositivi di protezione individuali. I volontari "si muoveranno per coppie indossando un badge di riconoscimento". In totale, saranno circa 20.000 le famiglie che riceveranno le mascherine. Soddisfatto l'assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti, che ha commentato dicendo: "Continuiamo a mettere in campo interventi che testimoniano la nostra attenzione ai quartieri delle case popolari. Oltre ai doverosi sforzi di manutenzione, cerchiamo di portare loro animazione, sport e cultura", come avvenuto anche durante la scorsa estate.

Rabaiotti: Riprendiamo in mano le situazioni più difficili

L'assessore ha poi confermato la distribuzione del periodico "Pop! Abitare voce del verbo popolare", sottolineando che "parla a loro e di loro e che rappresenta l’unico esempio di editoria sociale in Europa". Infine, Rabaiotti ha concluso dicendo che "saranno settimane di porta a porta, casa dopo casa, mostrando che è possibile, se si vuole, riallacciare i fili interrotti con i nostri inquilini, riprendendo in mano anche le situazioni più difficili".