Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Hanno organizzato una festa di laurea abusiva in un'abitazione a Milano: nella notte di venerdì 16 aprile, gli agenti della polizia di Milano sono intervenuti in un appartamento in piazza Luigi Bertarelli, vicino a piazza Missori, attorno all'1.10 di notte e hanno trovato 36 persone impegnate in un party clandestino.

La segnalazione avvenuta tramite l'App YouPol

Proseguono quindi le violazioni delle norme anti-Covid da parte di alcuni cittadini che, nonostante i divieti, decidono comunque di riunirsi. Questa volta è toccato a trentasei giovani – tutti dai 23 ai 27 anni – che si sono ritrovati in casa per festeggiare la laurea di uno di loro. A segnalare quanto stava accadendo, è stato un vicino di casa che ha utilizzato l'applicazione YouPol creata dal Viminale per consentire di richiedere l'intervento della polizia in forma anonima. Gli agenti, appena entrati in casa, hanno provveduto all'identificazione e alla sanzione dei 36 partecipanti: tutti loro dovranno pagare una multa di 400 euro per non aver rispettato le norme anti-contagio e il coprifuoco.

Corsico, sfugge ai controlli e precipita da un balcone

Sempre nella stessa giornata, gli agenti della polizia sono intervenuti in via Padova dove hanno trovato sette persone impegnate a cenare insieme e anche in via Martiri Oscuri dove c'erano nove persone che stavano festeggiando un compleanno. Sempre venerdì, in un appartamento a Corsico, gli agenti sono intervenuti per la segnalazione di un'altra festa clandestina. Per sfuggire ai controlli però un ragazzo di 20 anni si è calato da un balcone: una scelta che gli è costata cara considerato che è precipitato e che si è causato la frattura del bacino.