24 Gennaio 2023
22:42

Maxi rissa tra bande sui vagoni del treno: convoglio fermo per oltre 30 minuti

È successo sul treno regionale 2631 partito oggi da Milano Centrale alle 16.25 in direzione Verona Porta Nuova. La lite sarebbe scoppiata tra nordafricani, in particolare egiziani e tunisini, divisi in due gruppi diversi.
A cura di Francesca Del Boca

Una lotta all'ultimo sangue tra bande nemiche. Il tutto tra i vagoni del treno, davanti agli occhi terrorizzati dei passeggeri.

È successo sul treno regionale 2631 partito da Milano Centrale alle 16.25 in direzione Verona Porta Nuova. Pieno pomeriggio, il via vai dei pendolari e dei viaggiatori. Ma è alla stazione di Pioltello, hinterland di Milano, che è iniziato l'incubo.

Appena si sono aperte le porte del convoglio hanno fatto irruzione due giovani, uno di nazionalità marocchina e l’altro tunisina. Che, secondo le testimonianze, avrebbero iniziato a picchiarsi e insultarsi.

La faida tra bande nemiche in mezzo ai passeggeri

Una faida che continua tra un vagone e l'altro, coinvolgendo e colpendo anche gli altri passeggeri spaventati. E che non termina neanche una volta fatti scendere dal treno: in quel momento la situazione è degenerata, e si è trasformata in una guerra tra gang di nordafricani: egiziani da una parte e tunisini dall’altra, che durante gli scontri si sono rifugiati sulle carrozze o le hanno utilizzate per nascondersi. 

Il treno è rimasto fermo per tre quarti d'ora

I controllori hanno dovuto aspettare l’arrivo dei carabinieri, che hanno ripristinato la calma sul treno e hanno messo fine al litigio, e quello dell’ambulanza, che ha soccorso proprio i due giovani che si stavano colpendo, entrambi sanguinanti. Solo allora, dopo circa tre quarti d'ora, il treno è ripartito.

Operaio cade in un'autocisterna: trasportato in codice rosso in ospedale
Operaio cade in un'autocisterna: trasportato in codice rosso in ospedale
"Così ho salvato il ragazzo che stava soffocando in metro": il racconto del dipendente eroe di Atm
"Dopo Gigi Bici può uccidere ancora", i giudici confermano il carcere per Barbara Pasetti
Il biglietto della ragazza trovata morta all'università Iulm di Milano:
Il biglietto della ragazza trovata morta all'università Iulm di Milano: "Scusate per i miei fallimenti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni