Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

A salvarlo dalle fiamme che lo stavano avvolgendo all'interno della sua macchina è stato un passante. Eroe per caso che nella sera di ieri, giovedì 22 ottobre, si è ritrovato al posto giusto e al momento giusto a Lissone, in provincia di Monza e Brianza, e ha scelto di fare la cosa giusta. Si tratta di un uomo di 37 anni, immigrato regolare originario dello Sri Lanka, che ha salvato la vita a un 34enne di Giussano. Stando a una prima ricostruzione l'automobilista era alla guida della sua auto quando ha perso il controllo della vettura in una rotatoria, andando a sbattere contro un cartello stradale. L'auto, una Renault Clio, ha preso fuoco col conducente ancora all'interno fino a quando il passante, che transitava di lì in bicicletta per far ritorno nella sua casa di Lissone, si è precipitato e ha estratto l'uomo dal mezzo.

L'uomo alla guida della macchina era ubriaco

Secondo la testimonianza fornita dal 37enne ai carabinieri di Desio intervenuti sul posto, la vittima non aveva nessuna intenzione di scendere dall'auto che nel frattempo stava diventando una trappola mortale per le fiamme sempre più alte. Non solo, il 34enne ha continuato a premere sull'acceleratore. Il 37enne avrebbe poi raccontato ai militari che si è immediatamente avvicinato alla macchina dopo aver capito che l'uomo non stava scendendo: "Mi sono avvicinato e gli ho detto ‘Scendi'. Non ho avuto risposta e così ho provato ad aprile la porta, ma l'uomo non voleva scendere". Così alla fine il testimone lo ha estratto con forza dalla macchina e portato in salvo. Solo quando i militari lo hanno sottoposto all'alcoltest si sono resi conto che il tasso alcolico era pari a 4 volte il limite di legge. Così per il 34enne è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza.