La Regione Lombardia ha superato le due milioni di somministrazioni del vaccino anti Covid. Inoltre, tra ieri e oggi ha raggiunto anche tutti gli anziani over 80 almeno con la prima dose del farmaco. La Regione governata da Attilio Fontana è di gran lunga la prima in Italia per inoculazione dei farmaci agli aventi diritto, con 2.022.464 dosi somministrate sulle 2.500.000 consegnate. Delle persone che hanno già ricevuto il vaccino, 1.375.908 hanno avuto solo la prima dose, mentre 646.556 cittadini anche la seconda. Come annunciato ieri dal presidente Fontana e dal suo vicepresidente nonché assessore al Welfare Letizia Moratti, l'intento era di chiudere il ciclo over 80 con il weekend in corso. Gli anziani della stessa fascia d'età che riceveranno le dosi a domicilio, invece, verranno immunizzati entro il 20 aprile (sono circa 50.000).

Da domani vaccinati gli over 75

Da domani, poi, lunedì 12 aprile, in Lombardia partirà anche la vaccinazione per i cittadini di età compresa tra i 75 e i 79 anni, che già da oltre una settimana possono prenotare il proprio appuntamento. Da settimana prossima, poi, verranno vaccinati anche gli over 70 (70-74 anni), mentre la vera incognita resta la fascia under 60. Per questa categoria di cittadini il vaccino AstraZeneca non è più raccomandabile, motivo per cui occorrerà reperire dosi di altri vaccini (Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson). Servirà comunque stabilire a livello nazionale un piano d'azione su quali farmaci usare e per quali fasce d'età sotto i 60 anni.  A tal proposito, l'assessore Moratti ha dichiarato che "sappiamo quello che possiamo fare da qui a fine aprile, il grosso problema lo avremo da maggio perché a oggi non abbiamo la programmazione di vaccini".