746 CONDIVISIONI
11 Agosto 2022
21:48

In Lombardia primo morto per la febbre del Nilo, è un 74enne del Bresciano

L’uomo, originario di Cigole, era ricoverato in gravi condizioni nell’Ospedale di Manerbio.
A cura di Pierluigi Frattasi
746 CONDIVISIONI

Un uomo di 74 anni è morto dopo aver contratto la Febbre del Nilo nel Bresciano. Si tratta della prima vittima in Lombardia della malattia provocata dal virus West Nile diffuso dalla puntura della zanzara. L'uomo, residente nel comune di Cigole, è deceduto la scorsa settimana, il 4 agosto, nell'Ospedale di Manerbio, dove era ricoverato in gravi condizioni. Il caso era stato confermato già il giorno dopo, ma è stato comunicato al Comune bresciano solo oggi.

La vittima era uno dei due pazienti più gravi dei quattro casi Bresciani. Un terzo paziente è attualmente in via di guarigione, mentre un quarto ha avuto una trasfusione. Tutti sono residenti nella Bassa Bresciana. Nel complesso sono undici i casi di febbre del Nilo confermati in Lombardia dai due laboratori di riferimento, l'Irccs di Pavia e l'Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano. Nei 4 casi più gravi i pazienti presentano sintomatologie neurologiche come la meningoencefalite; tre sono casi non gravi, e i restanti sono donatori asintomatici identificati tramite screening sulle sacche di sangue. Gli altri casi registrati sono distribuiti in tutte le province lombarde, ad eccezione di Monza, Lecco, Bergamo, Sondrio. Nell'ultima settimana, in tutta Italia sono più che raddoppiati i casi d'infezione da febbre del Nilo: adesso sono 94, erano 42 nell'ultimo bollettino.

L'assessore regionale alla Salute, Letizia Moratti, ha assicurato che in "Lombardia è presente un sistema integrato umano-veterinario di sorveglianza sulla circolazione del virus del Nilo occidentale. Vengono monitorate sia le infezioni nelle zanzare sia negli uccelli, e ovviamente i contagi negli uomini". Si tratta di un "sistema efficace che ci consente di monitorare costantemente e dettagliatamente la situazione".

746 CONDIVISIONI
Febbre del Nilo, muore 54enne a Lodi: è la terza vittima in Lombardia
Febbre del Nilo, muore 54enne a Lodi: è la terza vittima in Lombardia
Il ricordo di Girolamo, morto schiacciato sul lavoro a 31 anni:
Il ricordo di Girolamo, morto schiacciato sul lavoro a 31 anni: "Viveva per il nipotino"
Chi è Paolo Oneda, il medico bresciano che ha operato una paziente sul tavolo da cucina
Chi è Paolo Oneda, il medico bresciano che ha operato una paziente sul tavolo da cucina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni