12 Settembre 2022
11:17

Come spenderà Milano i 129 milioni di euro del decreto Aiuti

Sono dieci i progetti strategici per il futuro della città individuati dal Comune di Milano come destinatari dei fondi stanziati dal decreto Aiuti. I lavori dovranno terminare entro fine 2026.
A cura di Fabio Pellaco

Dall'eliminazione delle barriere architettoniche a una nuova sede per le mense scolastiche, dalla mobilità all'ambiente. Milano si prepara a ricevere i 129 milioni stanziati dal Governo per rafforzare gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) con dieci progetti che da Palazzo Marino definiscono come "strategici per lo sviluppo della città".

I fondi arriveranno grazie a uno stanziamento di 665 milioni di euro destinati alle grandi città penalizzate dalla distribuzione delle risorse provenienti dal Pnrr. Oltre a Milano questo ulteriore finanziamento sarà distribuito tra Genova, Napoli, Palermo, Roma e Torino, come stabilito il 31 agosto dal ministero dell'Interno, insieme ai ministeri dell'Economia e degli Affari Regionali.

Dieci progetti per Milano

Nel capoluogo lombardo sono stati individuati dieci progetti che saranno finanziati con i fondi del decreto Aiuti approvato nel maggio scorso.

  • Superamento barriere architettoniche
    Con un investimento di 10,550 milioni di euro verranno realizzati due interventi di superamento delle barriere architettoniche e di installazione di nuovi ascensori in alcune stazioni delle linee metropolitane rossa e verde (Cimiano, Gioia, Wagner).
  • Bovisa-Goccia
    Nell'ambito del progetto per l'area Bovisa-Goccia, verranno finanziati due interventi: la realizzazione della cosiddetta Foresta urbana, con 15 milioni di euro, e la realizzazione, con 36,98 milioni di euro, della nuova sede della Fondazione scuole civiche.
  • Cittadella degli archivi
    Il Governo parteciperà anche alla riqualificazione della Cittadella degli archivi di via Gregorovius. Il progetto prevede uno stanziamento di 24 milioni di euro che sarà quindi in parte coperto con il contributo statale di 6,1 milioni di euro.
  • Passerella ciclopedonale
    Un contributo di 950mila euro permetterà la realizzazione, all'altezza di via Corrado il salico, di una passerella ciclopedonale sulla Vettabbia.
  • Piazze aperte
    Un milione di euro verrà investito per proseguire il progetto Piazze aperte, con la realizzazione di nuovi interventi di urbanistica tattica e una particolare attenzione agli spazi nelle vicinanze degli edifici scolastici.
  • Magnifica fabbrica
    20 milioni di euro verranno impiegati per finanziare la realizzazione del primo lotto del progetto della Magnifica fabbrica che riguarderà la costruzione dei laboratori e depositi del Teatro alla Scala.
  • Milano ristorazione
    Milano ristorazione avrà una nuova sede, un nuovo centro cottura e una nuova piattaforma logistica che sostituirà quella attuale (in appalto) che si trova fuori Milano, nell'ottica di una maggiore sostenibilità e di una migliore qualità della distribuzione dei pasti prodotti. Il finanziamento previsto con i fondi statali è di 12,6 milioni di euro.
  • Tranvia 24
    Con 25,82 milioni di euro, infine, verrà finanziato il prolungamento della tranvia 24, per un migliore collegamento dell'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) alla rete cittadina dei trasporti.

Analogamente ai progetti legati ai fondi del Pnrr, i lavori di realizzazione di queste opere dovranno essere completati entro il 31 dicembre 2026.

Arriva Chanel in Galleria a Milano: affitto record a quasi 2,5 milioni di euro l'anno
Arriva Chanel in Galleria a Milano: affitto record a quasi 2,5 milioni di euro l'anno
Gioca 20 euro e ne vince 5 milioni: la giocata fortunata nella tabaccheria di un piccolo paese
Gioca 20 euro e ne vince 5 milioni: la giocata fortunata nella tabaccheria di un piccolo paese
La Cassazione sul sequestro di 3,5 milioni di euro a Irene Pivetti:
La Cassazione sul sequestro di 3,5 milioni di euro a Irene Pivetti: "Le sue società inesistenti"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni