(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Una nota discoteca di Lonato del Garda, in provincia di Brescia, è stata chiusa dai carabinieri a causa della mancata osservanza delle restrizioni anti Coronavirus. È successo nella giornata di domenica 23 maggio nella discoteca Sesto Senso, nella zona del basso lago di Garda. I carabinieri del Radiomobile di Desenzano del Garda hanno ricevuto la segnalazione di un assembramento vietato che era in atto all'interno del locale, che secondo le norme anti-Covid potrebbe lavorare solo come bar o ristorante: le discoteche, infatti, nonostante la tornata di "riaperture" sono tra le poche attività che non potranno ancora riaprire.

Nel privé centinaia di persone ballavano senza mascherina

Nel locale, in effetti, era stato organizzato un "brunch" dalle 12 alle 21, e i gestori avevano invitato tutti i clienti al rispetto della mascherina e del buon senso. Quando però i militari dell'Arma sono giunti sul posto, hanno scoperto che nell'area estiva, adibita a privé, era in atto una vera e propria festa con centinaia di persone che ballavano senza mascherina e senza rispettare il distanziamento sociale, sulle note della musica ad alto volume messa da un dj. I carabinieri hanno interrotto la musica e i festeggiamenti e alcuni degli avventori all'arrivo dei carabinieri sono riusciti ad allontanarsi facendo perdere le loro tracce. Gli altri, sorpresi all'interno della discoteca, sono stati tutti identificati e saranno adesso sanzionati per l'inosservanza delle norme anti-Covid: per loro è prevista una sanzione di 400 euro. Nella discoteca sono stati identificati anche una dozzina di lavoratori, oltre al gestore del locale. I carabinieri dopo aver "spento" la musica hanno chiuso il locale, che resterà presumibilmente con i cancelli chiusi per alcuni giorni, a seconda di ciò che deciderà la prefettura.