Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Nove persone sono state iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Varese con accuse a vario titolo per gestione di discarica abusiva, gestione illecita di rifiuti e invasione di terreni ed edifici, relativamente a un sito di smaltimento di rifiuti all'interno di un bosco a Cadegliano Viconago.

L'area era finita sotto sequestro lo scorso gennaio dopo un'operazione dei carabinieri forestali di Varese e quelli di Luino. Stando alle indagini, coordinate dagli inquirenti varesini, i nove indagati facevano convergere nella discarica abusiva i rifiuti, tra questi anche quelli pericolosi, derivati da attività imprenditoriali del mondo dell'edilizia: qui raccoglievano, trasportavano e smaltivano illegalmente tutto il materiale.

Parte della discarica in una vecchia caserma

L'attività illegale veniva svolta all'interno di un'area protetta per metà di proprietà privata, appartenente a cittadini estranei alle indagini e all'oscuro di tutto il sistema non autorizzato. Non solo, i nove indagati, che necessitavano probabilmente di più spazio per la loro attività non a norma, si erano impossessati abusivamente di uno stabile della zona che in passato era una vecchia caserma della guardia di finanza abbandonata da tempo.

Trovati anche maiali e cani in condizioni pessime

All'interno della discarica abusiva i militari hanno trovato 15mila metri cubi di rifiuti di vario genere. Ma c'è di più: all'interno dell'area erano stipati anche 28 maiali e due cani trovati dai militari in pessimo stato perché costretti a vivere in condizioni decisamente degradanti. Ora gli organizzatori della discarica abusiva saranno sottoposti a sanzioni amministrative che ammontano a 180mila euro.