La polizia di Busto Arsizio ha denunciato un uomo per il reato di istigazione a delinquere. Il denunciato avrebbe commesso il reato su Facebook, scrivendo un commento in un gruppo a cui appartiene. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, il Comune di Busto ha segnalato al Commissariato il comportamento tenuto dall'uomo sul social network. In un post, a chi si lamentava delle attese per il rilascio della carta d'identità, l'utente ha suggerito di ingannare il sistema, presentando quindi una falsa denuncia di smarrimento del documento per ottenerne uno nuovo in tempi più rapidi.

Istiga a delinquere su Facebook, denunciato

Come riportato da Varesenews, al momento non è chiaro se qualcuno, leggendo il commento dell'utente, abbia seguito il suo suggerimento, commettendo dunque il reato di falsità ideologica in atto pubblico. Di certo, il suggeritore è stato identificato quale istigatore a delinquere. Gli uomini della polizia quindi si sono messi al lavoro per risalire alla sua vera identità, in quanto su Facebook le generalità dell'uomo si celavano dietro ad un nickname. Ciò comunque non ha impedito ai poliziotti di identificarlo. Dopo gli accertamenti del caso, poi, l'hanno denunciato alla Procura. Questo è solo l'ennesimo episodio in cui gli agenti di polizia sono intervenuti nei confronti di utenti social che sempre più spesso utilizzano le piattaforme assumente comportamenti scorretti e illegali. Altri reati contestati a diverse altre persone, riguardando la calunnia e la diffamazione.