La terapia intensiva degli Spedali Civili di Brescia non è più Covid free. La condizione del reparto è durata poco più di tre settimane, ma ciò non significa che la Rianimazione sia nuovamente intasata di pazienti in gravi condizioni di salute a causa dell'infezione.

Buon decorso della malattia, no ad allarmismi

Anzi, come risulta a Fanpage.it, c'è solo un nuovo paziente ricoverato in terapia intensiva su quattro cittadini ricoverati negli ultimi giorni a causa del Coronavirus. Degli altri tre, due sono ricoverati nel reparto Malattie Infettive, mentre uno è in un reparto di Chirurgia. In più, uno dei due ricoverati agli Infettivi, è di recente uscito dalla terapia intensiva e sta avendo un buon decorso della malattia, così come gli altri due ricoverati che non dovrebbero necessitare della respirazione assistita per il decorso dell'infezione, che fa ben sperare.

I dati sui decessi nel Bresciano

Intanto, a Brescia, migliora anche la situazione relativa ai decessi. Come comunicato a Fanpage.it dall'Ats Brescia, i dati ufficiali, aggiornati a ieri, mercoledì 22 luglio, parlano di 2.530 vittime su 13.781 casi. Degli oltre duemilacinquecento decessi, solo quattro sono riconducibili al mese di luglio corrente. Di questi, due sono stati registrati tra l'1 e il 15 luglio, un terzo decesso è stato segnalato per il 16 e il quarto il 21 luglio. Nessun morto, quindi, dal 17 al 20 luglio e il 22 luglio.

Bollettino Lombardia del 22 luglio

In generale, in Lombardia, stando all'ultimo bollettino diramato dalla Regione, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva è pari a 17, mentre quello delle persone in ospedale con sintomi lievi si attesta su 149 individui. I pazienti guariti in totale sono 69.888, quelli dimessi 1.972, per un totale di 71.860. Per quanto riguarda i decessi, nell'ultimo giorno si è registrato un morto. Il totale complessivo delle persone scomparse a causa del Covid-19 in Lombardia sale quindi a 16.798 dall'inizio della pandemia, almeno stando ai dati ufficiali.