51 CONDIVISIONI
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Le notizie del 19 dicembre sulla guerra tra Israele e Hamas

51 CONDIVISIONI

Mentre continuano i combattimenti sul campo, oggi è in programma il voto del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla tregua umanitaria a Gaza. L'ultima volta c'era stato il veto degli Usa, che vogliono si parli di pausa umanitaria piuttosto che di cessate il fuoco. La risoluzione è redatta dagli Emirati Arabi e Stati Uniti.

Presidente Herzog: "Israele pronto a nuova pausa umanitaria per ostaggi". Israele: "L'operazione di terra si espanderà altrove a Gaza"

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
21:59

Leader di Hamas discuteràal Cairo "accordo su prigionieri"

Il capo dell'ufficio politico di Hamas, Ismail Haniyeh, guiderà mercoledì in Egitto una delegazione di "alto livello" per colloqui con il capo dell'intelligence egiziana Abbas Kamel, tra gli altri, incentrati "sullo stop all'aggressione e alla guerra, sulla preparazione di un accordo sul rilascio dei prigionieri e sulla fine dell'assedio imposto alla Striscia di Gaza". Lo ha precisato una fonte del gruppo palestinese alla France presse.

A cura di Biagio Chiariello
21:11

Israele: "L'operazione di terra si espanderà altrove a Gaza"

"L'operazione di terra si espanderà in altre località" della Striscia. Lo ha detto il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant ribadendo che Israele porterà i capi di Hamas negli unici posti che meritano, "il cimitero o la prigione". I piani operativi dell'esercito prevedono la continuazione dell'operazione di terra a Khan Yunis, nel sud della Striscia, e in altri teatri di guerra. "Khan Yunis – ha spiegato Gallant – è diventata la nuova capitale del terrorismo".

A cura di Biagio Chiariello
21:10

Bbc: "Il leader di Hamas, Haniyeh, andrà domani al Cairo"

Il leader di Hamas Ismail Haniyeh si recherà domani al Cairo, in Egitto. Ne dà notizia la Bbc.

A cura di Biagio Chiariello
19:10

Egitto lavorerà con Usa per prevenire sfollamento palestinesi

L’Egitto e gli Stati Uniti hanno concordato di lavorare insieme per prevenire lo sfollamento dei palestinesi dalle loro terre. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri egiziano, mentre crescono gli allarmi per il più ampio sfollamento dei residenti di Gaza dall'inizio della guerra.

A cura di Biagio Chiariello
18:13

Houthi: "Colpiremo le navi di ogni Paese che ci attacca"

Gli Houthi avvertono che attaccheranno le navi di "qualsiasi Paese" che agirà contro di loro nel Mar Rosso. Lo ha detto un alto esponente del gruppo armato yemenita fino-iraniano. "Qualsiasi Paese che si muove contro di noi avrà le sue navi prese di mira nel Mar Rosso", ha detto Mohammed Ali al-Houthi in un'intervista alla tv iraniana Al-Alam. Il monito arriva nei giorni in cui gli Usa hanno annunciato la creazione di una coalizione internazionale per i pattugliamenti nell'area a cui hanno aderito dieci Paesi, inclusa l'Italia.

A cura di Biagio Chiariello
17:24

Onu: "Insufficienti passi Israele su aiuti umanitari a Gaza"

I passi di Israele per consentire gli aiuti a Gaza sono "molto al di sotto di ciò che è necessario": lo ha detto il coordinatore speciale delle Nazioni Unite per il processo di pace in Medio Oriente, Tor Wennesland, intervenendo al Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla Striscia.

A cura di Biagio Chiariello
16:39

Ministro Tajani: "Da Herzog messaggio positivo che auspicavamo"

"Abbiamo accolto molto positivamente le parole del presidente Herzog che annuncia la disponibilità di Israele a un'interruzione delle attività militari per favorire una soluzione sia per quanto riguarda gli ostaggi sia per gli aiuti umanitari. È un messaggio molto positivo che arriva da Israele così come avevamo tutti quanti auspicato". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa con l'omologo britannico David Cameron a margine della Conferenza degli ambasciatori alla Farnesina.

A cura di Biagio Chiariello
16:17

Haaretz: "Hamas al Cairo per discutere scambio ostaggi"

Una delegazione di Hamas arriverà al Cairo nei prossimi giorni per discutere con funzionari dell'intelligence egiziana uno scambio di ostaggi con Israele. Lo ha riferito Haaretz che cita fonti palestinesi. Secondo la stessa fonte, questa – dalla tregua finita il 1 dicembre scorso – sarebbe la prima volta che una delegazione giunge al Cairo per discutere del tema.

A cura di Biagio Chiariello
15:46

Ministro Gaza: "Oltre 19.600 morti dal 7 ottobre"

Sarebbero almeno 19.667 i morti e 52.586 i feriti nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre. E' il nuovo bilancio diffuso dal ministero della Salute di Gaza, sotto il controllo di Hamas, e riportato dalla tv satellitare al-Jazeera

A cura di Biagio Chiariello
15:26

Presidente Herzog: "Israele pronto a nuova pausa umanitaria per ostaggi"

"Israele è pronto per un'altra pausa umanitaria e per altri aiuti in modo da rendere possibile il rilascio degli ostaggi". Lo ha detto – in una riunione con gli ambasciatori stranieri – il presidente israeliano Isaac Herzog sottolineando che "la responsabilità ricade ora interamente su Sinwar e su la leadership di Hamas".

A cura di Biagio Chiariello
15:24

Erdogan: "Usa smettano fare orecchie da mercante su cessate fuoco"

"Gli Stati Uniti dovrebbero smettere di fare orecchie da mercante a queste richieste di cessate il fuoco. Israele spara sui palestinesi e su Gaza, ma anche sull'umanità". Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ai giornalisti sul volo di ritorno da Budapest, secondo quanto riportano i media turchi. "Durante il mio colloquio con Biden, ho ricordato agli Stati Uniti la loro responsabilità storica. Come potrebbe il mondo gridare più forte che Israele va fermata?", ha aggiunto Erdog

A cura di Biagio Chiariello
14:43

Cremlino: "Non parteciperemo a coalizione anti-Houthi nel Mar Rosso"

La Russia non prenderà parte all'operazione ‘Prosperity Guardian' a guida Usa per proteggere le navi commerciali nel Mar Rosso dagli attacchi degli Houthi. Lo ha dichiarato il ​​portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall'agenzia Tass. "Non parteciperemo a questa operazione, questo è tutto quello che posso dire", ha spiegato. All'operazione parteciperà, tra i vari Paesi, anche l'Italia.

A cura di Biagio Chiariello
14:11

Papa Francesco: "Natale di lutto in Terra Santa, non lasciamoli soli"

"Per gli abitanti di Terra Santa si preannuncia un Natale di dolore, di lutto. Non vogliamo lasciarli soli. Siamo loro vicini con la preghiera, con l'aiuto concreto. La sofferenza di Betlemme è una ferita aperta per il Medio Oriente e per il mondo intero". Lo sottolinea il Papa su X.

A cura di Biagio Chiariello
13:41

Hamas: "Quasi 20 mila morti a Gaza"

Il ministero della Salute a Gaza, gestito da Hamas, ha riferito che il bilancio nella Striscia ha raggiunto i 19.667 morti.

A cura di Ida Artiaco
13:36

Patriarca Gerusalemme: "Tutti parlano del futuro dei palestinesi senza parlare con loro"

“Parlare di dialogo ora non ha senso, perché non c’è. L’unico terreno di dialogo diretto, di discussione, oggi è sulla liberazione degli ostaggi, ma non vi è altro”. Lo sottolinea il Patriarca di Gerusalemme, card. Pierbattista Pizzaballa, parlando con AsiaNews. “Sono a conoscenza di altri contatti in corso, – dice – per capire cosa fare” in una fase successiva, ma anche in questo caso “mi sembra che non abbiano le idee molto chiare. Invece, quello che serve è proprio questo: una strategia, una prospettiva, visioni per il futuro” anche se al momento “il dialogo fra le due parti non ha molto senso”.

“Quello che vedo – osserva – è che tutti parlano del futuro dei palestinesi, però nessuno parla con i palestinesi. Per parlare di futuro bisogna parlare anche con loro, non solo su di loro. Invece, in questo momento non viene data loro voce”.

“Adesso – afferma il patriarca latino – servirebbe una nuova leadership” perché con quella attuale “non credo sia possibile costruire chiare prospettive” di dialogo. In passato,  questo era il periodo in cui il patriarca visitava la comunità cattolica di Gaza, celebrando prime comunioni e cresime, visitando i malati. “Non esserci quest’anno -dice – è un grande dolore”.

A cura di Ida Artiaco
13:30

Lanciati 5 razzi da Gaza verso area Tel Aviv, nessun ferito al momento

Non risultano feriti al momento né siti colpiti dopo l'attacco con razzi – il primo in una settimana – lanciato dalla Striscia di Gaza contro l'area di Tel Aviv. Lo ha riferito il Maghen David Adom, il servizio nazionale di emergenza medica dello Stato d'Israele, citato dal Times of Israel. Secondo i media dello Stato ebraico, le sirene d'allarme sono scattate, oltre a Tel Aviv, anche a Jaffa e Bat Yam. Si ritiene che siano stati lanciati cinque razzi, uno dei quali è stato intercettato. L'attacco è stato rivendicato da Hamas.

A cura di Ida Artiaco
13:18

Cremlino: "Non parteciperemo a operazione contro Huthi"

La Russia non prenderà parte all'operazione marittima internazionale per proteggere le rotte nel Mar Rosso dagli attacchi dei ribelli yemeniti Huthi. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. "Non parteciperemo a questa operazione. Questo è tutto quello che posso dire", ha spiegato. All'iniziativa annunciata dal Pentagono prenderanno parte diversi paesi, tra cui Gran Bretagna, Bahrein, Canada, Italia, Norvegia, Francia e Spagna.

A cura di Ida Artiaco
12:38

Houthi: "Attaccheremo nel Mar Rosso ogni 12 ore"

Gli Houthi dello Yemen, sostenuti dall'Iran, hanno minacciato attraverso uno dei loro portavoce che sono intenzionati ad "effettuare operazioni e attacchi ogni 12 ore alle navi che transitano nel Mar Rosso". Mohammed Abdul Salam,  portavoce del gruppo ha aggiunto, parlando con Al Jazeera, che prenderanno "di mira sono le navi destinate esclusivamente a Israele". Secondo il gruppo yemenita l'obiettivo è fare "aumentare la pressione su Israele affinché fermi la sua aggressione e tolga l'assedio di Gaza".

A cura di Ida Artiaco
12:35

Pentagono: "Attacchi Houthi minaccia per commercio mondiale"

Gli attacchi dei gruppi yemeniti Houthi, sostenuti dall'Iran, nel Mar Rosso: sono una "minaccia" per il commercio internazionale, ha detto il Pentagono.

A cura di Ida Artiaco
12:12

Manifestazione a Roma per chiedere il cessate il fuoco a Gaza: le immagini

Immagine

Amnesty International Italia, insieme a oltre 40 organizzazioni e associazioni della società civile, ha ribadito la necessità di un immediato e permanente “cessate il fuoco” nei Territori palestinesi occupati e in Israele. Durante la manifestazione di ieri a Roma la scritta “cessate il fuoco” è stata illuminata con oltre 1000 lumini e sono intervenuti, tra gli altri: Tina Marinari, Amnesty International Italia; Silvia Stilli, AOI; Cecilia De Luca, AssopacePalestina; Paolo Pezzati, Oxfam; Marco De Ponte, ActionAid Italia; Sergio Bassoli, CGIL; Monica Minardi, Medici senza frontiere.

Immagine
A cura di Ida Artiaco
12:04

Più di 200 morti nella Striscia in 24 ore

Sono più di 200 gli abitanti di Gaza, la maggior parte dei quali bambini, morti nelle ultime 24 ore nella Striscia di Gaza a causa degli attacchi aerei e di artiglieria dell'esercito israeliano in diverse parti dell'enclave; e tra questi una trentina di civili sono morti sotto un bombardamento a Rafah. "Aerei e artiglieria israeliani hanno continuato a bombardare varie aree della Striscia di Gaza, dopo una giornata sanguinosa in cui sono morte più di 200 persone, la maggior parte dei quali bambini", ha riferito l'agenzia palestinese Wafa, citando varie fonti locali all'interno dell'enclave.

A cura di Ida Artiaco
11:29

Onu: "Usa potrebbero accettare sospensione ostilità a Gaza"

Il voto del Consiglio di sicurezza Onu sulla bozza di risoluzione degli Emirati Arabi Uniti su Gaza slittato a oggi dopo la sospensione decisa lunedì sera dovrà tenere conto della posizione degli Stati Uniti che hanno dichiarato di non poter sostenere un riferimento alla "cessazione delle ostilità", ma di poter accettare una richiesta di "sospensione delle ostilità". Lo riferisce il Guardian. I Paesi arabi che hanno negoziato il testo hanno dichiarato di sentirsi incoraggiati nel vedere che la Casa Bianca sta cercando di trovare una formulazione che possa sostenere – invece di porre semplicemente il veto alla risoluzione come fatto in precedenza – la posizione adottata sulla richiesta di una pausa umanitaria il 18 ottobre e di un cessate il fuoco umanitario urgente il 9 dicembre.

A cura di Ida Artiaco
10:54

Idf: "Eliminato Subhi Ferwana, finanziava le forze militari di Hamas"

L'esercito israeliano ha annunciato con messaggio su X si aver "eliminato" Subhi Ferwana: "Insieme a suo fratello, ha versato decine di milioni attraverso la sua società "Hamsat" per finanziare le forze militari di Hamas, gli stipendi dei terroristi e le attività belliche .L’IDF, l’ISA e altre forze di sicurezza continueranno i loro sforzi per smantellare l’ancora di salvezza dei finanziamenti di Hamas", si legge nel messaggio.

A cura di Ida Artiaco
10:44

Israele a propri cittadini: "Evitate di andare alle Maldive"

Il ministero degli Esteri israeliano ha consigliato ai propri cittadini di non andare alle Maldive "alla luce del peggioramento del clima nei confronti di Israele". "Si consiglia di evitare di recarsi alle Maldive in questo momento" ha aggiunto il ministero raccomandando a chi si trovi già nel Paese "di considerare la sua partenza, poiché se per qualsiasi motivo si trovassero in difficoltà, troveremo difficile aiutarli".

A cura di Ida Artiaco
10:35

Idf demolisce in Cisgiordania casa attentatore palestinese

L'Idf ha fatto sapere di aver distrutto in nottata la casa a Aqraba, in Cisgiordania, di un palestinese responsabile dell'uccisione, lo scorso agosto, di due israeliani – padre e figlio – in un garage di Huwara, cittadina dei Territori. Shai (60 anni) e Aviad Nigarkar (28) erano originari di Ashdod e furono colpiti dal palestinese mentre stavano facendo lavare la propria auto. Nell'ambito delle operazioni in Cisgiordania il portavoce militare ha annunciato l'arresto di 10 palestinesi ricercati, inclusi 4 ritenuti affiliati ad Hamas, e il sequestro di armi soldi.

A cura di Ida Artiaco
10:27

Scontri a Khan Yunis, ordigno scoperto in una clinica

Nuova giornata di combattimenti per l'esercito israeliano che aggiorna di essere impegnato in particolare a Khan Yunis, la principale città nel settore meridionale della striscia di Gaza. In mattinata c'è stato uno scontro a fuoco, ha precisato il portavoce militare, con una cellula di uomini armati dotati di lanciarazzi Rpg, i quali sono stati eliminati.

A Gaza City, nel rione di Shejaiya, artificieri dell'esercito sono riusciti a disinnescare un ordigno nascosto all'interno di una clinica, a breve distanza da una scuola. Nelle perlustrazioni nella zona sono state trovate numerose armi (fra cui fucili Kalashnikov) e munizioni. Un altro tunnel militare di Hamas, secondo l'esercito, è stato identificato lungo la strada costiera di Gaza City. Il suo imbocco è stato colpito dal fuoco di un aereo da combattimento, "provocando la morte di un gran numero di terroristi".

A cura di Ida Artiaco
10:17

Houthi: "Continueremo ad attaccare le navi nel Mar Rosso"

I ribelli filoiraniani Houthi dello Yemen hanno dichiarato che non fermeranno gli attacchi alle navi del Mar Rosso nonostante l'annuncio degli Stati Uniti di una nuova forza di protezione marittima. "Anche se l'America riuscisse a mobilitare il mondo intero, le nostre operazioni militari non si fermeranno, a prescindere dai sacrifici che ci costerà", ha dichiarato l'alto funzionario del gruppo Mohammed al-Bukhaiti su X.

A cura di Ida Artiaco
10:04

Hamas: "Nuovo attacco a campo profughi Jabalia, 10 morti"

Almeno 10 palestinesi sono stati uccisi e una quarantina di altri feriti in un nuovo attacco di Israele al campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza. Lo ha fatto sapere un portavoce del ministero della Salute di Hamas che controlla la regione, citato dal Guardian.

A cura di Ida Artiaco
09:56

A Gaza 94 giornalisti uccisi da inizio del conflitto tra Israele e Hamas

È salito a 94 il bilancio dei giornalisti uccisi nella Striscia di Gaza dallo scoppio della guerra tra Israele e il movimento islamista palestinese Hamas il 7 ottobre scorso. Lo ha reso noto l'agenzia di stampa palestinese Wafa, annunciando la morte del giornalista Adel Zoroub nei bombardamenti israeliani di questa mattina all'alba sulla citta' di Rafah, nel sud di Gaza, dove sarebbero stati uccisi almeno 25 residenti. Secondo quanto riferito da Wafa, sono stati oltre 200 i palestinesi morti ieri negli attacchi israeliani a Gaza.

A cura di Ida Artiaco
09:49

Medioriente, il ministro dello Sviluppo di Berlino in visita nella regione

La ministra tedesca dello Sviluppo, Svenja Schulze, è partita per una visita in Israele e nei territori palestinesi. La missione era in programma per la settimana scorsa, ma era stata annullata a causa della chiusura dell'aeroporto di Ginevra, dove Schulze si sarebbe dovuta imbarcare. Oggi la politica tedesca incontrerà i rappresentanti della società civile israeliana e le persone colpite dall'attacco di Hamas del 7 ottobre, oltre ai residenti di un kibbutz vicino al confine con la Striscia di Gaza.

A cura di Ida Artiaco
51 CONDIVISIONI
751 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views