20 CONDIVISIONI
Conflitto Israelo-Palestinese

Le notizie del 4 dicembre sulla guerra tra Israele e Hamas

20 CONDIVISIONI

Dopo la fine della tregua l'esercito israeliano ha esteso la sua offensiva di terra nel sud di Gaza. Secondo funzionari palestinesi da sabato sono state uccise più di 800 persone. L'Onu parla di "300 morti a Gaza da fine della tregua". Al Jazeera riferisce che l'esercito di Israele ha effettuato nella notte diversi raid in Cisgiordania, arrestando almeno 60 persone. Secondo un corrispondente dell'emittente araba le forze di difesa israeliane (Idf) hanno effettuato operazioni terrestri a Qalqilya, Gerico, Jenin e Tulkarem.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto Israelo-Palestinese
04 Dicembre
22:37

Oms: "Israele chiede di svuotare i nostri magazzini a Gaza sud"

L'Oms ha ricevuto notifica dalle Forze di difesa israeliane di rimuovere le forniture dai due magazzini medici nel sud di Gaza entro 24 ore, "poiché le operazioni di terra li renderanno inutilizzabili". Lo ha reso noto il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus: "Facciamo appello a Israele affinché ritiri l'ordine e adotti ogni misura possibile per proteggere i civili e le infrastrutture civili, compresi ospedali e strutture umanitarie".

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
22:26

A Rafah 760 persone in fuga da Gaza in Egitto

Si intensificano al valico egiziano di Rafah gli arrivi da Gaza, a fronte dell'intensificarsi del conflitto tra Israele e Hamas. Oggi dalla Striscia sono uscite 760 persone: 396 di varie nazionalità, la maggioranza statunitensi, 41 egiziani, 60 feriti e i loro accompagnatori. Secondo fonti della sicurezza, sul lato egiziano di Rafah sono arrivati ;;anche 163 palestinesi con permesso di soggiorno in altri Paesi. Ieri le persone in uscita dalla Striscia erano state 860, in gran parte cittadini con doppia nazionalità. Verso Gaza sono invece entrati 15 membri di organizzazioni internazionali, 2 cisterne con 130 mila litri di gasolio e una cisterna con gas da cucina.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
21:46

Usa: "Troppi civili innocenti sono stati uccisi a Gaza"

"Troppi civili innocenti sono stati uccisi a Gaza". Lo ha detto il consigliere per la Sicurezza americano, Jake Sullivan, ribadendo che per gli Stati Uniti "la protezione dei civili in base alle leggi di guerra è fondamentale e deve essere rispettata".

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
21:26

Ministro Tajani: "La Nave Vulcano comincerà a ricevere feriti palestinesi"

Tajani: "La Nave Vulcano comincerà a ricevere feriti palestinesi"

La Nave Vulcano "comincerà a ricevere feriti palestinesi a bordo, attraccata nel porto egiziano". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, aggiungendo: "Da parte nostra c'è grande solidarietà nei confronti della gente palestinese, che nulla ha a che vedere con i criminali di Hamas. Faremo di tutto affinché possa esserci una stagione di pace. Siamo impegnati con relazioni continue coi Paesi del mondo arabo che vogliono vivere in pace e credo si debba fare di tutto perché si possa passare a una fase successiva, dando anche ai palestinesi una prospettiva".

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
21:05

Telecomunicazioni interrotte in tutta la Striscia di Gaza

I servizi di telecomunicazione sono stati interrotti in tutta la Striscia di Gaza. Lo ha riferito la società palestinese di telecomunicazioni Paltel, precisando che il blackout riguarda comunicazioni e servizi Internet. Le linee principali precedentemente ricollegate sono infatti state nuovamente interrotte.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
19:50

Usa apprezzano "progresso" di Israele su obiettivi Gaza

Gli Stati Uniti apprezzano i "progressi" delle forze armate israeliane che hanno circoscritto gli obiettivi nell'offensiva sulla Striscia di Gaza e rinnovano l'appello per risparmiare i civili. Il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Matthew Miller, ha elogiato Israele: "Avevamo detto che dovevano fare ulteriori passi per proteggere i civili", ha spiegato Miller ai giornalisti, comparando la campagna nella parte meridionale della Striscia con quella già condotta nel nord. L'auspicio è che "il numero di persone evacuate sarà minore". Miller ha anche auspicato che venga rispettata la raccomandazione americana di consentire maggiori rifornimenti di carburante nella Striscia rispetto a quanti ce ne sono stati durante la tregua umanitaria dei giorni scorsi.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
19:30

Mattarella: "Abbiamo il dovere di non arrenderci alla guerra"

"Non possiamo dimenticare che, mentre siamo qui riuniti, due guerre sono in atto, nel continente europeo e alle sue porte. Abbiamo il dovere di non arrenderci alla guerra. Di non disperdere il patrimonio accumulato, di non rinunciare alla tutela dei diritti umani, anzitutto di quello alla vita, e all'affermazione dello Stato di diritto. Di fronte a una violenza che non si arresta, trovare una via d'uscita appare, a tratti, impresa quasi disperata. Ma questa ricerca non deve essere abbandonata e può essere coronata da successo se sapremo dare valore alla collaborazione e al dialogo nell'ambito delle istituzioni multilaterali". Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando al Quirinale i Membri del Comitato di Monitoraggio dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
19:10

Ryanair a novembre cancellati quasi mille voli a causa della guerra

La compagnia aerea low cost Ryanair ha dichiarato che più di 960 voli sono stati cancellati il ​​mese scorso a causa della guerra tra Israele e Hamas. Ciò avviene dopo che la compagnia aerea irlandese ha cancellato oltre 870 voli nel mese di ottobre a causa del conflitto a Gaza. Le compagnie aeree hanno sospeso i voli per Tel Aviv e la vicina Giordania dopo che l'attacco lanciato dai militanti di Hamas contro Israele il 7 ottobre e la successiva escalation del conflitto.

La rivale easyJet ha dichiarato la scorsa settimana che il conflitto e la minaccia alla stabilità in Medio Oriente hanno influenzato anche la domanda di voli verso destinazioni come l’Egitto, ma con impatti sulle prenotazioni su tutta la rete a ottobre e novembre a causa della guerra.  Le ultime statistiche sui passeggeri di Ryanair mostrano che a novembre il gruppo ha operato oltre 66.400 voli, con un aumento del 4% dei passeggeri trasportati, pari a 11,7 milioni, nonostante le cancellazioni. La low cost ungherese Wizz Air, quotata a Londra, ha dichiarato lunedì di aver deciso di sospendere le operazioni in Israele fino all'inizio di gennaio 2024. La compagnia ha spiegato che "continua a monitorare da vicino la situazione sul campo ed è pronta a ridistribuire la capacità qualora le condizioni si stabilizzassero". A novembre Wizz Ait ha trasportato il 29,3% di passeggeri in più, pari a 4,8 milioni.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
18:53

Media palestinesi: "50 morti in raid Israele su due scuole a Gaza City"

L'agenzia palestinese Wafa riferisce che "almeno 50 cittadini sono stati uccisi e centinaia feriti" in due diversi attacchi di aerei israeliani "su due scuole che ospitavano sfollati nel quartiere Al-Daraj di Gaza City". Secondo la stessa fonte, "è stata colpita la scuola Salah al-Din, affiliata all'Unrwa", l'agenzia per i rifugiati palestinesi dell'Onu e "quella di Asaad al-Saftawi". "Gli equipaggi delle ambulanze – prosegue l'agenzia palestinese – stanno incontrando grandi difficoltà nel raggiungere le due scuole".

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
17:17

Ankara: "Dura reazione se Israele colpisce Hamas in Turchia"

I servizi segreti di Ankara hanno affermato che ci saranno "gravi conseguenze" se Israele tenterà di colpire i membri di Hamas in territorio turco. Lo hanno affermato fonti dell'intelligence turca, come riporta Ntv, in reazione alle dichiarazioni del capo dello Shin Bet, la sicurezza interna israeliana, Ronen Bar, secondo cui i servizi segreti israeliani hanno ricevuto istruzione di eliminare i dirigenti di Hamas ovunque si trovino, compresa la Turchia. L'intelligence di Ankara non permetterà a servizi segreti stranieri di svolgere attività illegali sul territorio della Repubblica di Turchia, hanno aggiunto le fonti.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
16:47

Onu: "300 morti a Gaza dopo la fine della tregua"

Almeno 300 persone sono state uccise a Gaza da quando è terminata la pausa umanitaria l'1 dicembre. Lo riferisce l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Unocha), come riporta il Guardian. Si tratta della metà del bilancio fornito dal ministero della Sanità di Hamas di circa 600 morti.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
16:10

Hezbollah rivendica altri 3 attacchi contro esercito Israele

Gli Hezbollah libanesi hanno rivendicato poco fa altri tre attacchi contro postazioni militari israeliane a ridosso della linea di demarcazione tra i due Paesi. Lo riferisce la tv al Manar degli stessi Hezbollah, secondo cui i combattenti libanesi hanno preso di mira, tra le 15.10 e le 15.40 locali (le 14.10 e 14.40 italiane) le caserme di Birkte Rishe, Hanita e Jall al Alam.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
15:52

Mezzaluna Rossa, cento camion di aiuti entrati da Rafah

Cento camion con aiuti umanitari sono entrati nella Striscia di Gaza dal valico di Rafah. Lo riferisce il capo della Mezzaluna Rossa egiziana nel Nord Sinai, Khaled Zayed. La procedura continua a seguire il meccanismo stabilito, che prevede l'invio dei convogli al valico di Al-Awja per l' ispezione, e il loro ritorno al valico di Rafah per entrare a Gaza. Zayed ha aggiunto che ci sono decine di ambulanze dentro e fuori il valico di Rafah, in attesa di entrare nella Striscia di Gaza per caricare feriti palestinesi destinati a essere curati in Egitto e in Qatar, Emirati, Tunisia e Turchia. Intanto, all'aeroporto di Al Arish, sono arrivati nelle ultime 24 ore 5 aerei, di cui 2 dal Qatar e uno dal Kuwait, dalla Tunisia e dalla Giordania, che trasportavano circa 100 tonnellate di aiuti. Tutti gli aiuti – ha precisato il governatorato del Nord Sinai – sono arrivati a destinazione.

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
14:50

Israele indica nuovo corridoio umanitario a Gaza

Le forze armate israeliane hanno annunciato che l'autostrada Salah ad-Din, che ‘taglia' la Striscia di Gaza da nord a sud, è "zona di battaglia", indicando un nuovo corridoio umanitario verso il sud dell'enclave. Come ha riferito il portavoce dell'Idf, Avichay Adraee, "il passaggio dalle aree di Rafah e Khan Yunis verso Deir al-Balah e i campi del centro di Gaza sarà disponibile attraverso i seguenti percorsi: strada costiera al-Rashid e via al-Shuhada a Deir al-Balah".

A cura di Biagio Chiariello
04 Dicembre
14:32

A Gaza 15.899 palestinesi uccisi dall'inizio della guerra con Israele 

A Gaza 15.899 palestinesi uccisi dall'inizio della guerra con Israele. Il nuovo bilancio delle vittime palestinesi nella Striscia è stato fornito dal Ministero della Sanità di Gaza gestito da Hamas. Secondo le fonti sanitarie locali, dal 7 ottobre sono stati uccisi 15.899 palestinesi, il 70% dei quali erano donne e bambini.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
13:57

L'IDF attacca obiettivi di Hezbollah in Libano risposta al lancio di razzi

Le forze di difesa israeliane stanno effettuando attacchi contro obiettivi di Hezbollah in Libano a seguito di una raffica di razzi lanciati lunedì contro Israele. Nelle scorse ore diversi razzi hanno colpito aree aperte vicino al confine tra Israele e Libano. I razzi lanciati contro Israele hanno colpito aree aperte vicino a Shtula, vicino al confine con il Libano. Non sono state segnalate vittime.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
13:32

Presidente Croce Rossa a Gaza: "La situazione è intollerabile"

"La sofferenza" della gente a Gaza "è intollerabile". Lo ha detto la presidente della Croce Rossa Mirjana Spoljaric che è appena arrivata nella Striscia. "Ribadisco – ha aggiunto su X – il nostro appello urgente per la protezione dei civili in linea con le leggi di guerra e che gli aiuti entrino senza difficoltà". Al tempo stesso Spoljaric ha chiesto che "gli ostaggi siano rilasciati e che la Croce Rossa possa visitarli in sicurezza".

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
13:01

Israele, morti altri 3 soldati: sono 401 da inizio guerra

L'esercito di Israele ha annunciano che altri tre soldati sono stati uccisi ieri combattendo contro Hamas nella Striscia di Gaza, portando a 401 il bilancio delle vittime militari dall'inizio della guerra il 7 ottobre. Il portavoce dell'IDF ha annunciato che domenica tre soldati sono stati uccisi nei combattimenti nella Striscia di Gaza: Sergente Magg. (ris.) Neriya Shaer , 36 anni, di Yavne, sergente. 1a classe (ris.) Ben Zussman , 22 anni, da Gerusalemme, e il sergente. Binyamin Yehoshua Needham , 19 anni, di Zichron Yaakov.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
12:41

Missili anticarro dal Libano nel nord di Israele

Missili anticarro sono stati lanciati oggi verso il Kibbutz Misgav Am, nel nord iIsrale, vicino al confine con il Libano. Le strade vicine sono state chiuse. Sono stati effettuati numerosi lanci mirati all'area del Monte Dov, nel nord di Israele ma i missili sono  caduti in aree aperte e non si registrano feriti.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
12:22

Pressioni da Usa su Israele per nuovi aiuti a Gaza

Un funzionario israeliano è al al Cairo per discutere di nuovi aiuti a Gaza. Sabato il coordinatore israeliano delle attività governative nei territori, il maggiore generale Ghasan Alyan, è andato in Egitto  e ha discusso con funzionari della sicurezza egiziana della fornitura di aiuti umanitari alla Striscia di Gaza e della situazione militare in corso nella parte meridionale del territorio. Fonti palestinesi ed egiziane hanno riferito ad Haaretz che al Cairo e a Washington vengono esercitate pressioni per spingere Israele ad aumentare la quantità di aiuti destinati alla Striscia di Gaza. Dalla ripresa delle ostilità, ogni giorno entrano nella Striscia di Gaza 150-100 camion di attrezzature e cibo, ma solo due cisterne di carburante.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
12:00

Erdogan contro Netanyahu: "Sarà processato come criminale di guerra per quello che avviene a Gaza"

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato lunedì che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu alla fine sarà processato come criminale di guerra per l'offensiva israeliana in corso nella Striscia di Gaza, criticando allo stesso tempo i paesi occidentali che sostengono Israele . In un discorso al comitato dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica (OIC) riunito a Istanbul, Erdogan ha affermato che le nazioni occidentali che sostengono Israele gli stanno dando “sostegno incondizionato all’uccisione di bambini” e sono complici dei suoi crimini. "Oltre ad essere un criminale di guerra, Netanyahu, che in questo momento è il macellaio di Gaza, sarà processato come macellaio di Gaza, proprio come è stato processato Milosevic", ha detto Erdogan, riferendosi all'ex presidente jugoslavo Slobodan Milosevic che è stato processato per genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra presso il tribunale dell'Aja.

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
11:42

Famiglie degli ostaggi minacciano proteste a oltranza se i negoziati non verranno ripresi

Le famiglie degli ostaggi minacciano proteste senza sosta se i negoziati non verranno ripresi. Un portavoce dei parenti dei rapiti, durante una conferenza stampa, ha invitato i membri del governo a riprendere i negoziati per il rilascio di gli ostaggi. Ha affermato che in caso contrario le famiglie intensificheranno le loro azioni di protesta. "Vi esortiamo a tornare immediatamente al tavolo delle trattative, senza indugi e ad ogni costo", ha affermato. "La vostra indifferenza nei nostri confronti è una vergogna. Se non avete interesse a rappresentarci, ci rivolgeremo a un'entità internazionale che acconsente a farlo. Non vi imploreremo. Se ciò non accade, ci siederemo dalle 8:00 questa sera vicino al quartier generale dell'esercito di Kirya e non ci muoverò da lì."

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
11:18

Carri armati israeliani sono entrati nel sud di Gaza

Carri armati israeliani sono entrati nel sud della Striscia all'altezza di Khan Younis. Lo riferiscono fonti locali palestinesi. L'esercito israeliano al momento non conferma. Secondo l'Idf  sono stati 200 durante la notte gli attacchi contro obiettivi di Hamas a Gaza, mentre l'offensiva di terra prosegue in tutta la Striscia. Tra l'altro, è stata distrutta "un'infrastruttura" di Hamas a Beit Hanoun nel nord dell'enclave palestinese, usata per attaccare i soldati. Nel complesso della scuola, ha aggiunto il portavoce militare, le truppe "hanno trovato due ingressi di tunnel, uno dei quali era una trappola esplosiva, e altre armi".

A cura di Antonio Palma
04 Dicembre
10:39

Tajani: "Israele rispetti la popolazione civile nella Striscia di Gaza"

"C'è attenzione anche da parte del Tribunale penale internazionale per i crimini di Hamas contro la popolazione civile, sono crimini efferati perché non si è trattato di bombardamenti ma di andare a prendere le persone casa per casa, è qualcosa che non si può consentire. Chiediamo nello stesso tempo che Israele, nella sua azione per distruggere le basi di Hamas, rispetti la popolazione civile che nulla ha a che fare con i terroristi di Hamas". A dirlo il ministro degli Esteri Antonio Tajani nel suo intervento di apertura alla riunione della commissione Monitoraggio dell'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, in corso a Montecitorio. "Gli aiuti che l'Italia ha inviato – ha detto il vicepremier – sono già nella Striscia, la nave ha attraccato nel porto egiziano per accogliere i feriti civili palestinesi, sta partendo un ospedale da campo che verrà costruito nella Striscia di Gaza per curare i bimbi e ribadisco che gli ospedali italiani sono pronti a curare i civili palestinesi".

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
10:05

Delegazione USA oggi in Israele

Una delegazione di alti funzionari dell'amministrazione Biden arriverà oggi in Israele per incontrare le controparti israeliane e discutere la pianificazione del dopoguerra a Gaza. Lo ha annunciato la Casa Bianca. La delegazione sarà guidata dal consigliere per la sicurezza nazionale della vicepresidente Usa Kamala Harris, Phil Gordon, che era con lei negli incontri con i leader arabi  a Dubai nel fine settimana. A lui si unirà Ilan Goldenberg, consigliere di Harris per il Medio Oriente insieme ad altri.

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
09:32

Unicef: "Nel sud di Gaza cadono bombe ogni dieci minuti"

Nel sud di Gaza, dalla ripresa delle operazioni militari di Israele, cadono bombe "ogni 10 minuti". Lo ha dichiarato James Elder, portavoce dell'Unicef, l'agenzia delle Nazioni Unite per l'infanzia, che ha descritto l'ospedale al-Nasser a Khan Younis come una "zona di guerra". Lo riporta Bbc.

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
09:04

Due palestinesi uccisi da soldati israeliani in Cisgiordania

Due palestinesi sono stati uccisi in scontri armati durante un'operazione dell'esercito israeliano a Qalqilya, in Cisgiordania. Secondo l'agenzia Wafa i due sono stati colpiti dai soldati "all'interno di una vettura". La stessa fonte ha parlato anche di altri palestinesi feriti e di un arresto. Haaretz ha riferito anche di una casa demolita.

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
08:41

ONU: "400mila palestinesi senza lavoro in Cisgiordania a causa di Israele"

Quasi 400mila palestinesi in Cisgiordania hanno perso il lavoro o si sono visti congelare gli stipendi dopo che le autorità israeliane hanno annullato i loro permessi di lavoro e imposto severe restrizioni ai valichi di frontiera come conseguenza degli attacchi del 7 ottobre. Circa 182mila residenti di Gaza che lavorano in Israele e negli insediamenti hanno perso il lavoro, secondo le prime stime dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (Ilo), mentre è andato perso anche circa il 24% dell'occupazione in Cisgiordania – equivalente a 208mila posti di lavoro –  dopo lo scoppio della guerra tra Israele e Hamas.

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
08:23

Blinken: "Dialogo con il Qatar per liberare gli ostaggi"

Il segretario di Stato americano Antony Blinken in un post su X ha scritto di aver "parlato con il primo ministro del Qatar Al Thani degli sforzi in corso per facilitare il ritorno in sicurezza di tutti gli ostaggi e per aumentare ulteriormente i livelli di aiuto ai civili a Gaza".

A cura di Davide Falcioni
04 Dicembre
07:57

Unicef: "Numero enorme di vittime tra i bambini"

Il raid israeliano del sud di Gaza è "il peggior bombardamento della guerra in questo momento". Lo ha detto il portavoce dell'Unicef James Elder in un messaggio su X. "Sto assistendo a un numero enorme di vittime tra i bambini. Abbiamo un ultimo avvertimento per salvare i bambini e la nostra coscienza collettiva", ha aggiunto.

A cura di Davide Falcioni
20 CONDIVISIONI
624 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views