Guerra in Ucraina
20 Gennaio 2023
13:04

Sui tetti di Mosca arrivano i sistemi missilistici Pantsir, i killer di droni a difesa della capitale

I media russi riportano anche che attorno a Mosca sono stati piazzati dei sistemi missilistici S-400 a lungo raggio.
A cura di Valerio Berra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Le prime immagini hanno cominciato a circolare su Twitter nelle ultime ore. L’account @Tendar ha diffuso una serie di scatti che mostrano dei sistemi missilistici Pantsir posizionati sopra i tetti di alcuni edifici strategici di Mosca.

Uno di questi è la sede del Ministero della Difesa russo che si trova nella capitale sulle rive del fiume Moscova. La notizia è stata confermata anche dal quotidiano britannico The Guardian.

Tutti i dettagli dei Pantsir

Il sistema missilistico Pantsir è noto anche come drone-killer. Lo scorso 2 agosto il ministero della Difesa russo aveva pubblicato un video in cui mostrava tutte le caratteristiche delle nuove versioni di Pantsir che avrebbe usato in battaglia. Il Pantsir S2 ha un armamento misto, composto da cannoni e da sistemi balistici in grado di lanciare missili terra-aria.

Non solo. Ogni componente del Pantsir S2 è progettata per combattere i droni, i protagonisti delle ultime fasi della guerra in Ucraina. Secondo le informazioni diffuse dall’esercito russo, i Pantsir hanno un radar che ha un range di 40 chilometri e può agganciare con il suo sistema di puntamento obiettivi in grado di muoversi a 1.200 metri al secondo.

Con queste caratteristiche i Pantsir possono contrastare i droni TB2, droni che possono volare a media altitudine prodotti dalla società turca Baykar Bayraktar e parecchio usati dalle forze ucraine. Nel corso della guerra iniziata dopo l’invasione delle truppe russe i TB2 usati dalle forze di Kiev sono riusciti a distruggere tank, camion per i rifornimenti, lanciarazzi, treni e motovedette.

La risposta dei media russi

Al momento l’installazione di questi sistemi missilistici sui tetti di alcuni edifici di Mosca non è ancora stata confermata dal Cremlino. Negli ultimi giorni però media russi hanno dato notizia del posizionamento, sempre nella capitale, di sistemi missilistici S-400 a lungo raggio.

WIKIMEDIA | Uno dei sistemi Pantsir
WIKIMEDIA | Uno dei sistemi Pantsir

La decisione di cominciare a armare le difese di Mosca potrebbe essere solo propaganda per alzare il livello della tensione e giustificare nuovi interventi. Secondo Alexander Kots, giornalista russo a favore della guerra in Ucraina, queste scelte confermano invece una preoccupazione del Cremlino:

“Significa che le autorità comprendono perfettamente tutti i rischi e comprendono che gli attacchi contro Mosca e le regioni sono solo una questione di tempo. È bene iniziare a pianificare in anticipo invece che dopo i primi colpi”.

3292 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni