Guerra in Ucraina
30 Settembre 2022
19:05

Il ministero della Difesa ucraino cita One Piece: “Il potere è nella grandezza dei tuoi sogni” 

La scelta di citare One Piece non ha convinto tutti i fan del manga. È difficile che sia stata concordata con l’autore dell’opera o con la casa editrice che la pubblica.
A cura di Valerio Berra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

“Il potere non sta nelle tue dimensioni, ma nella dimensione del tuo cuore e dei tuoi sogni”. Per chi avesse dubbi la citazione è chiarita anche dal nome del suo autore: Monkey D. Luffy, il protagonista del manga One Piece. Nella guerra in Ucraina ora sono entrate anche le frase gli anime. Queste parole infatti sono state pubblicate dall’account ufficiale del ministero della Difesa dell’Ucraina. Da questo canale Kiev aggiorna quotidianamente i suoi follower sui dati della guerra per fermare l’invasione della Russia.

Nel giorno in cui Mosca ha annunciato l’annession delle regioni ucraine di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia, l'Ucraina ha ricordato tutte le perdite russe dal 24 febbraio a oggi: oltre 59.000 militari uccisi, 2.338 tank distrutti, 264 aerei abbattuti e 15 navi affondate. Oltre a elicotteri, veicoli carrozzati e sistemi di difesa aerea. Tutti questi dati arrivano dalle forze armate ucraine e non sono confermati, ovviamente, da Mosca.

La citazione che non convince tutti i fan

La frase è verosimile, nel senso che fa parte del tono utilizzato spesso dal protagonista di questo manga. Eppure anche cercando sui forum dedicati non è chiaro quando sia stata detta. Potrebbe anche trattarsi di un commento inserito solo nella traduzione inglese dell’anime ma potrebbe essere anche una citazione spuria, attribuita a One Piece ma mai effettivamente citata dai suoi protagonisti.

L’uso di questa citazione all’interno di un bollettino di guerra non ha convinto tutti i fan. Lo screenshot è rimbalzato nelle diverse community e alcuni hanno criticato la scelta di appropriarsi di una frase di quest’opera e utilizzarla all’interno di un contesto così violento come un bollettino di guerra dove si parla di decine di migliaia di morti.

È difficile che la scelta di usare questa citazione sia stata concordata con il suo autore Eichiro Oda o con la casa editrice Shueshia. Al massimo, questa citazione può essere letta come un segnale della popolarità del manga che dall’inizio della sua pubblicazione nel 1997 ha venduto oltre 500 milioni di copie in tutto il mondo.

3317 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni