34 CONDIVISIONI

Da adesso tutti gli smartphone in Europa dovranno avere la porta Usb-C

Secondo le prime stime, questa norma dovrebbe aiutare a risparmiare 11.000 tonnellate all’anno di rifiuti elettronici.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
34 CONDIVISIONI
Immagine

L' accordo a giugno, l’approvazione del Parlamento Europeo a inizio ottobre e ora il via libera definitivo anche dal Consiglio Ue. Il caricabatterie universale è diventato obbligatorio: dall’autunno del 2024 la porta di ingresso Usb di tipo C diventerà necessaria per una lunga serie di dispositivi elettronici: dagli smartphone ai tablet, passando anche per cuffie, mouse e tastiere. Dal 2026 questa presa dovrebbe diventare obbligatoria anche per i tablet, al momento esentati.

L’approvazione da parte del Consiglio dell’Unione europea è l’ultimo tassello che ha permesso a questa soluzione di essere definitiva. Gli obiettivi sono due: il primo è quello di tutelare i consumatori, il secondo è quello di tutelare l’ambiente. Leggendo la decisione del Consiglio, sembra chiaro che il primo obiettivo verrà raggiunto: chi acquista un nuovo dispositivo non sarà obbligato ad acquistare anche un nuovo caricatore.

Per l’ambiente invece i risultati sono parziali. Da una parte il Consiglio ue ribadisce che questa nuova strategia permetterà di risparmiare fino a 11.000 tonnellate di rifiuti elettronici ogni anno. Una cifra che sembra minuscola davanti ai rifiuti elettronici prodotti dai singoli Paesi. Secondo i report del portale Raeeitalia.it, solo nel 2021 sono stati raccolte nel nostro Paese circa 384.451 tonnellate di rifiuti elettronici.

Le indicazioni per i consumatori

Il Consiglio europeo ha chiarito anche che dal 2024 ci sarà un’icona sui dispositivi elettronici per capire se insieme è venduto anche il caricabatterie. Non solo. Sempre in questa icona verrà chiarita anche la potenza del caricabatterie. Jozef Sikela, ministro dell'Industria e del Commercio della Repubblica Ceca, ha detto a nome della presidenza del Consiglio Ue:

“Tutti abbiamo almeno tre caricatori di telefoni cellulari a casa. Cercare il caricabatterie giusto, a casa o al lavoro, può essere piuttosto fastidioso. Inoltre, questi caricatori generano 11.000 tonnellate di rifiuti elettronici ogni anno. Avere un caricabatterie che si adatta a piú dispositivi fará risparmiare tempo e denaro e ci aiuterá anche a ridurre i rifiuti elettronici”.

34 CONDIVISIONI
I prossimi iPhone avranno la porta Usb-C: "Dovremo adeguarci, non abbiamo scelta"
I prossimi iPhone avranno la porta Usb-C: "Dovremo adeguarci, non abbiamo scelta"
Il Parlamento Ue sceglie il caricabatterie universale, dal 2024 tutti gli smartphone avranno la presa Usb-C
Il Parlamento Ue sceglie il caricabatterie universale, dal 2024 tutti gli smartphone avranno la presa Usb-C
Ora puoi avere due account WhatsApp nello stesso smartphone
Ora puoi avere due account WhatsApp nello stesso smartphone
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni