52 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina

Cosa sono i caccia F-16 e perché l’Ucraina chiede proprio questi aerei agli USA

Dopo essersi assicurata i carri armati Leopard 2 e Abrams, ora Kiev punta a difendere i cieli. Le richieste per i caccia F-16 stanno diventando sempre più insistenti e ci sono diversi motivi per cui questo caccia potrebbe incidere nella difesa del territorio ucraino dall’invasione russa.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
52 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Tra il 25 e il 26 gennaio Mosca ha lanciato 55 missili contro l’Ucraina. I missili sono caduti su obiettivi strategici, come centrali elettriche e distributori di carburante. Stando ai dati forniti dalla testata ucraina Ukrinform su 55 missili mandati dalla Russia, 47 sarebbero stati intercettati. Quelli che hanno colpito il bersaglio oltre a danneggiare edifici e punti nevralgici hanno ucciso anche 11 persone.

Per ora la contraerea di Kiev risponde bene agli attacchi di Mosca ma il rischio è che andando avanti le forze di difesa comincino a cedere. E così Volodymyr Zelensky inizia a studiare il nuovo passo. Dopo aver incassato l’ok dalla Germania per i carri armati Leopard 2 e l’ok dagli Stati Uniti per gli Abrams, ora Kiev punta ad ottenere i mezzi per completare le difese dei suoi cieli e ha chiesto ai Paesi alleati di avere nel suo arsenale anche gli F-16.

Cosa sono gli F-16, i caccia che gli altri Paesi vogliono sostituire

Gli F-16 sono aerei da combattimento costruiti da Lockheed Martin, azienda statunitense. Per dare il via libera al loro invio a Kiev serve il via libera di Washington. Le caratteristiche cambiano a seconda dei modelli. Gli F-16 Falcon sono lunghi 15,03 metri, hanno un’apertura alare di 9,45 metri e un’altezza di 5,09 metri. Sono abilitati al rifornimento in volo e possono raggiungere una velocità massima di Mach 2,05, oltre due volte la velocità del suono: 2.410 km/h.

Sono aerei molto versatili e il loro equipaggiamento può variare a seconda delle missioni che devono affrontare. Possono trasportare sia missili aria-aria che missili aria-terra. Kiev li potrebbe usare per rafforzare la difesa aerea dei suoi territori, per contrastare le incursioni aeree in territorio ucraino ma anche per attacchi mirati oltre le linee russe.

La produzione di questo modello è cominciata nel 1976. Negli anni si sono adattati e soprattutto aggiornati. Sono stati acquistati da 25 nazioni ma ora stanno per entrare in un meccanismo di turn over che nei prossimi anni li sostituirà con mezzi più moderni, a partire dagli F-35.

Se quindi Washington sbloccasse davvero gli F-16, l’esercito ucraino potrebbe riceverli da tutte le nazioni che stanno eliminando questi mezzi dai loro inventari. Il meccanismo è lo stesso dei carri armati Leopard 2. Anche in questo caso Kiev ha chiesto un modello molto utilizzato dagli eserciti alleati, così da poter contare su una rete di supporto logistico più forte per munizioni e pezzi di ricambio.

Cosa farà Kiev con gli F16: gli scenari della guerra

La Cnn ha dedicato una lunga analisi all’impatto degli F-16 sulla guerra in Ucraina. Justin Bronk, ricercatore senior Royal United Services Institute ha spiegato che questi aerei avranno soprattutto una funzione difensiva: “L'idea che gli aerei da combattimento occidentali consentirebbero all'Ucraina di effettuare sortite aeree da combattimento sul territorio russo in qualsiasi senso normale è solo fantasia”.

Secondo Bronk i sistemi di difesa anti aerea della Russia rimangono comunque un problema per l’aviazione di Kiev che quindi utilizzerebbe i nuovi F-16 soprattutto per difendere i cieli sopra Kiev dall’arrivo di missili. Un lavoro che gli attuali MiG-29 e Sukhoi Su-27, di eredità sovietica, stanno facendo sempre più fatica a portare a termine.

52 CONDIVISIONI
4160 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views