131 CONDIVISIONI
11 Ottobre 2022
14:01

Nuova specie di insetto dedicata a Novak Djokovic: il Duvalius djokovici è privo di occhi

Entomologi dell’Università di Belgrado hanno omaggiato il tennista Novak Djokovic dedicandogli una nuova specie di coleottero.
A cura di Andrea Centini
131 CONDIVISIONI
A sinistra Novak Djokovic, a destra maschio e femmina di Duvalius djokovici (Twitter)
A sinistra Novak Djokovic, a destra maschio e femmina di Duvalius djokovici (Twitter)

Scienziati serbi hanno omaggiato il campione di tennis Novak Djokovic dedicandogli una nuova specie di insetto, nello specifico un coleottero. Duvalius djokovici, questo il nome scientifico scelto per l'artropode, è una specie endemica – cioè che vive esclusivamente lì – di una caverna del monte Povlen, sito nella Serbia occidentale. L'insetto non ha occhi ed è caratterizzato da una pigmentazione poco appariscente, a causa dell'ambiente perennemente buio in cui vive. Era stato scoperto alcuni anni addietro durante una spedizione di ricerca nei sotterranei della montagna, ma solo di recente è stato descritto in un articolo scientifico ad hoc.

A dedicare il coleottero della famiglia dei Carabidi (Carabidae) al tennista serbo sono stati i quattro entomologi Srećko Ćurčić, Dragan Pavićević, Nikola Vesović e Miloš Kuraica del Dipartimento di Biologia dell'Università di Belgrado. Intervistato dall'agenzia di stampa Tanjug, il dottor Vesović ha affermato che il suo team ha deciso di chiamare questo insetto come Djokovic per via della sua “velocità, forza, flessibilità, resistenza e capacità di sopravvivere in un ambiente difficile”. Non è chiaro se il riferimento sia al fatto che il tennista ha vissuto un periodo piuttosto tormentato, avendo scelto di non sottoporsi al vaccino anti Covid. Per la sua decisione ha ricevuto aspre critiche da tifosi, colleghi e federazioni ed è stato escluso da importanti competizioni internazionali, come gli Australian Open e gli US Open.

Il dottor Vesović ha dichiarato che il tennista serbo è un uomo che ha fatto molto per il suo Paese, pertanto si è sentito in dovere di ripagarlo nell'unico modo per lui possibile. Curiosamente non è la prima volta che Djokovic viene omaggiato con il nome di un animale appena scoperto: nel 2019 gli scienziati Jozef Grego e Vladimir Pešić dell'Università del Montenegro decisero di dedicargli un mollusco gasteropode rinvenuto non lontano da Podgorica. La piccola lumaca di acqua dolce è stata chiamata Travunijana djokovici.

Nel recente passato diversi personaggi famosi sono stati omaggiati col nome di nuove specie di invertebrati, come lo scarabeo Nelloptodes gretae dedicato all'attivista ambientalista Greta Thunberg e la mosca dai colori sgargianti Opaluma rupaul dedicata alla drag queen RuPaul. Gli scienziati non lo fanno solo per genuina ammirazione verso i vip, ma anche richiamare l'attenzione dei media e del grande pubblico sulle loro ricerche e sull'importanza di tutelare la biodiversità in ogni sua forma. I dettagli della nuova ricerca "Duvalius djokovici (Coleoptera, Carabidae, Trechini), a New Subterranean Ground Beetle Species from Western Serbia" sono stati pubblicati sulla rivista scientifica specializzata Annales Zoologici Fennici.

131 CONDIVISIONI
Nuova specie di serpente boa nano scoperta nella foresta amazzonica dell'Ecuador: è lungo solo 20 cm
Nuova specie di serpente boa nano scoperta nella foresta amazzonica dell'Ecuador: è lungo solo 20 cm
Primo caso di Covid trasmessa da un gatto all'uomo: com'è possibile e cosa cambia
Primo caso di Covid trasmessa da un gatto all'uomo: com'è possibile e cosa cambia
Le api stanno morendo di fame per la siccità: l'entomologo e apicoltore Paolo Fontana spiega perché
Le api stanno morendo di fame per la siccità: l'entomologo e apicoltore Paolo Fontana spiega perché
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni