61 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Volevano uccidere Zelensky: arrestato un polacco, pianificava attentato contro presidente Ucraina

Arrestato in Polonia un presunto complice dei servizi segreti russi. Pare stesse raccogliendo informazioni per un attacco al presidente ucraino Zelensky.
A cura di Biagio Chiariello
61 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Un cittadino polacco sospettato di essere pronto ad agire per i servizi segreti della Russia, che "proponevano" un attentato alla vita del Presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, è stato arrestato dalle forze dell'ordine ucraine, in collaborazione con la Polonia. Lo rivela la Pravda ucraina, che cita l'Ufficio del Procuratore Generale e il ministero della Giustizia polacco.

Il sospettato, identificato solo come Pawel K., avrebbe dovuto "raccogliere e fornire informazioni ai servizi segreti militari della Federazione Russa (…), in particolare per aiutare i servizi speciali russi a pianificare un possibile attentato contro il presidente ucraino Volodymyr Zelensky", si legge nella nota per la stampa rilasciata della procura polacca.

Secondo quanto ricostruito, il cittadino polacco, di propria iniziativa, avrebbe stabilito contatti con rappresentanti del comando delle forze armate del Cremlino e ha comunicato la propria disponibilità a lavorare a favore degli 007 di Putin. Le indagini sono ancora in corso.

Secondo il procuratore generale ucraino, Andriï Kostine, l'uomo arrestato era incaricato in particolare di "raccogliere e trasmettere allo Stato aggressore informazioni sulla sicurezza dell'aeroporto di Rzeszów-Jasionka", nel sud-est della Polonia, spesso adoperato dal capo dello Stato ucraino per i suoi spostamenti all'estero, da funzionari di altri Paesi in visita a Kiev e dai convogli con aiuti.

Secondo Kostine, l'operazione ha permesso di "ottenere prove anche al di fuori della Polonia". "Questo caso sottolinea la minaccia persistente che la Russia rappresenta non solo per l'Ucraina e gli ucraini, ma anche per l'intero mondo libero", ha affermato il procuratore su X.

61 CONDIVISIONI
4269 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views