Covid 19
6 Dicembre 2021
18:29

Variante Omicron, in Sudafrica il governo sta pagando le persone per convincerle a vaccinarsi

Il Sudafrica sta rilanciando la campagna vaccinale anti covid con un progetto che prevede incentivi e ricompense per chi si vaccina ma anche una campagna di sensibilizzazione.
A cura di Antonio Palma
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Essendo diventato suo malgrado l’epicentro della nuova variante Omicron del coronavirus con un nuovo picco di contagi covid, il Sudafrica ha pensato di ribaltare la situazione sfruttando l'allarme per l’elevata trasmissione dell'omicron per aumentare il tasso di vaccinazione contro il covid. Il governo sudafricano infatti ha deciso di rilanciare la campagna vaccinale che nel Paese va molto a rilento, stanziando nuovi fondi per l’emergenza che andranno a finanziare un progetto che prevede incentivi e ricompense per chi si vaccina. Come primo passo, il nuovo sistema di incentivi alla vaccinazione anti covid prevede un contributo di 200 rand, circa 12 euro, per gli over 50 che si sottoporranno alla prima dose ma anche una sorta di lotteria nazionale tra gli altri vaccinati con premi più sostanziosi.

Obiettivo 40% della popolazione vaccinata

Lo scopo è quello di arrivare ad avere il 40% della popolazione vaccinata entro la fine dell’anno, in particolare tra la popolazione degli over 50 visto che l'80% dei decessi per covid colpisce quella fascia e dei circa 10 milioni di ultracinquantenni, quattro milioni non sono stati ancora vaccinati. Il programma di incentivi, oltre al lato economico, prevede però anche una campagna di sensibilizzazione a tappeto con funzionari della sanità pubblica schierati in tutto il paese in postazioni fissi e mobili per invitare la popolazione ad aderire. Nel Paese infatti ormai non è più necessario prendere un appuntamento per ricevere la propria dose che può essere fatta in ogni punto vaccinale.

Il Sudafrica valuta l'obbligo dei vaccini anti covid

“La scorsa settimana, prima dell'annuncio della scoperta della nuova variante, erano state somministrate 120.000 dosi al giorno. Dopo l'annuncio del presidente Ramaphosa, domenica scorsa sono state vaccinate 180.000 persone, e nei giorni successivi no si è sceso sotto le 145.000 persone al giorno”, ha spiegato il Direttore Esecutivo della DG Murray Trust Foundation, che collabora con il Ministero della Salute sudafricano alla campagna vaccinale anti covid. Il governo spera che con queste soluzioni si possa accelerare ma è pronto in caso contrario alla possibilità di rendere obbligatoria la vaccinazione contro il Covid-19 per l'accesso ai servizi pubblici.

Ramaphosa: "Vaccino covid essenziale per la ripresa economica"

Del resto anche in un contesto i contagi sono in aumento, i ricoveri ospedalieri riguardano nella stragrande maggioranza i non vaccinati. “Mentre entriamo nella quarta ondata e mentre il Paese si prepara per le festività natalizie, la priorità urgente è che più persone vengano vaccinate. L'evidenza scientifica mostra che la vaccinazione è il mezzo più efficace per prevenire la diffusione di nuove infezioni e che i vaccini riducono malattie gravi, ospedalizzazione e morte. La vaccinazione è essenziale per la nostra ripresa economica" ha affermato il presidente Cyril Ramaphosa, assicurando che il Sudafrica ha ora sufficienti scorte di vaccini e ha punti vaccinali allestiti in ogni parte del paese per poter proceder a vaccinazione di massa.

29557 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni