53 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Offensiva di Putin, annuncia ritorno in paese Nato e accusa: “Aereo russo abbattuto da missile Usa”

Putin a febbraio sarà in Turchia in cerca di alleati e per rilanciare la mediazione di Ankara nella guerra in Ucraina. Intanto il presidente russo chiede un’indagine internazionale sull’abbattimento dell’aereo russo: “Colpito da missile Patriot di fabbricazione Usa”.
A cura di Antonio Palma
53 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Vladimir Putin tornerà a breve in un Paese Nato alla ricerca di nuovi alleati e interlocutori per discutere dell'Ucraina. Il Presidente russo, infatti, a febbraio sarà in Turchia per rilanciare la mediazione di Ankara nel conflitto. Lo hanno annunciato oggi fonti turche all'agenzia russa Ria Novosti dopo che il consigliere del Cremlino per la politica estera, Yuri Ushakov, aveva rivelato che si sta lavorando appunto a una missione in febbraio. Secondo i turchi, Putin incontrerà il presidente Tayyip Erdogan il 12 febbraio prossimo e rilanciare le trattative interrotte nel 2022.

Un incontro che potrebbe rivelarsi decisivo per rilanciare i colloqui tra i due Paesi in guerra visto che Ankara da settimane sta intensificando le relazioni anche con l'Ucraina. Nelle scorse ore ad esempio Turchia e l'Ucraina hanno firmato un nuovo accordo che definisce i parametri per una “task force di ricostruzione turco-ucraina” e che consentirà alle imprese edili turche di prendere parte alla ricostruzione delle infrastrutture ucraine danneggiate dall'invasione russa.

Scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina

I due annunci arrivano nel giorno in cui Ucraina e Russia hanno confermato lo scambio di centinaia di prigionieri di guerra avvenuto nelle scorse ore. Il ministero della Difesa russo infatti ha annunciato il ritorno di 195 prigionieri di guerra russi dall'Ucraina, in cambio dello stesso numero di prigionieri di guerra ucraini, anche se Zelensky dal suo canto ha affermato che sono tornati 207 ucraini. "Non smetteremo di scambiare prigionieri. Dobbiamo riportare a casa i nostri ragazzi. Abbiamo un rapporto tra le persone che si trovano in Russia e i nostri ragazzi che sono in Ucraina di uno a dieci, forse anche di più. Scambieremo comunque i nostri ragazzi, se la parte ucraina sarà pronta, ovviamente", ha detto il presidente russo Vladimir Putin.

Putin chiede indagine internazionale sull'abbattimento dell'aereo

Si tratta del primo scambio dopo le accuse di Mosca a Kiev di aver abbattuto un aereo che, secondo Mosca, trasportava 65 soldati ucraini prima di uno scambio pianificato. Lo stesso Putin oggi ha annunciato che ad abbattere l'aereo militare la scorsa settimana sarebbe stato un missile Patriot di fabbricazione statunitense. "L'aereo è stato abbattuto, è già stato stabilito con certezza, da un sistema Patriot americano", ha detto Putin chiedendo un'indagine internazionale sull'abbattimento.

"Sembra che l'Ucraina voglia provocare la Russia a intraprendere azioni di ritorsione", ha detto il presidente russo, aggiungendo che si tratta di un'opera di distrazione "dell'attenzione della popolazione e dei propri sponsor dal fallimento della cosiddetta controffensiva", "mostrare che possono fare qualcosa", "provocare a intraprendere azioni speculari di ritorsione per colpire obiettivi civili e pacifici sul territorio stesso dell'Ucraina".

L'Ue annuncia: "Armi a Kiev entro marzo"

Una vera e propria offensiva mediatica quella di Putin mentre Kiev è impegnata a far fronte alle incertezze dell'Occidente sul sostegno finanziario e militare all'Ucraina. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz però proprio oggi ha promesso di voler mobilitare i partner europei per mettere insieme un sostegno all'Ucraina così potente da controbattere i calcoli del presidente russo Vladimir Putin. Lo stesso capo della politica estera Ue, Josep Borrell, ha annunciato che l'Unione prevede di raggiungere la metà degli obiettivi di rifornimento di munizioni per l’Ucraina entro marzo.

53 CONDIVISIONI
4216 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views