4 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina

Granata nel pacco regalo: ucciso nel giorno del compleanno il consigliere del capo dell’esercito di Kiev

Misterioso attentato al maggiore Maj Hennadiy Chastyakov. È stato lo stesso generale di Kiev, Valery Zaluzhny, ad annuncia la morte del suo assistente: “Era un mio intimo amico”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
4 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Una granata donata come regalo di compleanno è esplosa e ha ucciso il maggiore dell’esercito ucraino Maj Hennadiy Chastyakov, tra i più stretti collaboratori del capo di stato maggiore delle forze armate di Kiev, Valery Zaluzhny.

Lo ha annunciato su Telegram lo stesso comandante in capo delle forze ucraine: "In circostanze tragiche, il mio assistente e amico intimo, il maggiore Chastyakov, è stato ucciso nel giorno del suo compleanno. Un ordigno esplosivo sconosciuto è esploso in uno dei suoi regali". Zaluzhny annunciato l’apertura di un’indagine preliminare.

Secondo quanto ricostruito, il 39enne era tornato nel suo appartamento a Chaiky, nella periferia occidentale di Kiev, con i regali ricevuti dai suoi colleghi e li stava aprendo con suo figlio 13enne quando è avvenuta la deflagrazione. Chastyakov sarebbe morto sul colpo, mentre il ragazzino è rimasto gravemente ferito. La polizia ha poi spiegato che l'incidente è stato "il risultato di una manipolazione imprudente delle armi".

I media ucraini hanno riportato come durante l’ispezione dell’appartamento, le forze dell’ordine abbiano trovato cinque granate intere. Chastyakov le avrebbe portate in casa in una borsa al cui interno c'era anche una bottiglia di whisky. Una fonte ha detto all'Ukrainska Pravda che la bottiglia era in un "sacchetto regalo con bicchieri a forma di granata" e l'esplosione è avvenuta quando il maggiore lo ha aperto. In un’immagine pubblicata sempre dalla Pravda ucraina si vedono delle bombe a mano e una siringa.

Chastyakov lascia la moglie e quattro figli. Zaluzhny ha aggiunto che da quando la Russia ha invaso l'Ucraina nel febbraio 2022, Chastiakov ha "dedicato completamente la sua vita alle forze armate ucraine e alla lotta contro l'aggressione di Mosca". La sua morte è avvenuta sullo sfondo di una guerra che non accenna a concludersi e che ora pare entrata in una "fase di stallo", come ammesso lo stesso Zaluzhny in un’intervista rilasciata all’Economist.

4 CONDIVISIONI
4159 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views